Venerdì, 29 Agosto 2014 21:52

Venezia 71. Il cinema italiano punta sui poeti, ne abbiamo?

Scritto da

VENEZIA - Giacomo Leopardi e Pier Paolo Pasolini. Insieme alla 71ma mostra di Venezia. E’ così tutti gli anni ma stavolta il  Lido è in fibrillazione . Particolare  curiosità suscitano i film italiani in concorso. Sono tre :  Giovane favoloso, fanta-racconto  di Mario Martone sulla  breve e inquieta vita di Giacomo Leopardi (impersonato da Elio Germano) ,  con  nel cast la sorella Paolina (Isabella Ragonese), l’amico napoletano Antonio Ranieri (Michele Riondino). Il regista Martone ha  fatto una scelta che gli è congeniale: a Leopardi ha già dedicato negli anni studi e ricerche  e ha  già portato in teatro un felice allestimento delle Operette morali.  Piacerà? Deluderà? Difficile dirlo  prima di averlo visto, anche se molta critica militante si lancia innanzi tempo in giudizi avventati.  

Lo stesso vale per gli altri due film italiani in concorso: Anime nere di Francesco Munzi e Hungry Hearts  di Saverio Costanzo , due registi giovani che  affrontano il Lido con il coraggio delle loro età. Anche se va detto che il cinema italiano di questi ultimi anni, quelle delle nuove leve, ha riscattato al botteghino anni di insuccessi dei giovani che hanno avuto la sventura di salire sulla scena dopo che ne erano appena scesi  i grandi maestri di prima: i Fellini, gli Antonioni,  i Rosi, i De Sica, i  Comencini, i Monicelli. Non è certo colpa dei giovani arrivare dopo i grandi vecchi, ma il pubblico stenta a rispettare i ruoli, ma alla fine il tempo è galantuomo.   Saverio Costanzo, ad esempio, non deve essere più definito  “figlio di Maurizio” perché si è fatto apprezzare come regista non meno di quanto il padre sia diventato famoso come  show-man televisivo. 

Un altro film, che non è italiano all’anagrafe  ma che porta a Venezia un personaggio  che più italiano non potrebbe essere, è Pasolini di Abel Ferrara, interpretato nel ruolo del poeta-regista-scrittore ammazzato  all’idroscalo di Ostia da uno dei suoi “ragazzi di vita”  da William Defoe.  Il film  descrive l’ultima giornata di vita di Pasolini, con la puntualità e il rispetto per Pasolini che sorprende venga da  due americani, il regista e l’interprete, tanto lontani nella vita dalla figura del poeta di Casarsa. Proprio lui  che alla mostra di  Venezia aveva presentato anni fa  uno dei film più belli del cinema italiano degli ultimi decenni: Il Vangelo secondo Matteo.Un precedente imbarazzante per i due americani.

Con queste  premesse, riuscirà il cinema italiano di oggi a far bella mostra di sé alla rassegna del Lido, certo la più impegnativa del mondo?  Al festival di Cannes ti aiuta lo sciovinismo dei francesi, agli Oscar  sono gli incassi mondiali che ti portano in braccio la statuetta. A Venezia, la più importate, prestigiosa, colta, ma anche imprevedibile  rassegna di cinema internazionale, nessuno  ti garantisce il successo a scatola chiusa. Ma è ingeneroso essere pessimisti. 

Anche per il cinema italiano, che la festa cominci. 

Correlati

Cerca nel sito

Poesia

La forza del ricordo

Ricordo della mia giovinezza

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

Romanzi e racconti

Note fuori margine. Decimo episodio: "Le piccole cose"

Note fuori margine. Decimo episodio: "Le piccole cose"

L'ultimo episodio di "Note fuori margine" affronta le "piccole cose" che fanno grande l'inclusione. L'inclusione, infatti, non è soltanto una bella parola, ma è un pensare e un agire quotidiano...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

LAB.jpg

ITC.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 73. La giovane selezione della Cinéfondation

Cannes 73. La giovane selezione della Cinéfondation

CANNES - Lo sfortunato Festival del cinema di Cannes, una delle manifestazioni internazionali più importanti che ha pagato duramente le interferenze del coronavirus,  presenta la selezione Cinéfondation del 2020, ovvero...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

A Lamezia Terme nasce la Fondazione Dulbecco per lo studio e la produzione di anticorpi monoclonali di pronectine 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Scuola. La supremazia del banco

Scuola. La supremazia del banco

Bando europeo pubblicato, gara avviata, in attesa di aggiudicazione. In palio migliaia di banchi monoposto per una serena ripartenza delle scuole a settembre. Il dibattito pubblico intorno alla scuola ai tempi...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

Sport

Calcio, chi può vincere la Champions League?

Calcio, chi può vincere la Champions League?

Primi verdetti in Champions League, ancora presto per capire chi arriverà fino in fondo, ma certamente si può cominciare a dare un giudizio parziale sulle principali candidare a salire sul...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]