Domenica, 14 Giugno 2015 10:18

Rome Chamber Music Festival. Attimi di pura estasi

Scritto da
Rate this item
(23 votes)

ROMA  (nostro inviato) - Un trionfo per l’ultima serata del Rome Chamber Music Festival, rassegna annuale di musica classica, a Palazzo Barberini: sedute tutte esaurite, pochi anche i posti in piedi. 

Il merito di un tale successo è di Robert McDuffie, eccellente direttore creativo statunitense e della direzione organizzativa romana di Jacopa Stinchelli e del suo team. 

Qualche disagio, per i musicisti e per il pubblico, dalla rottura imprevista dell’impianto di aerazione nel Salone Pietro Da Cortona: l’umidità e le alte temperature non hanno, però, scoraggiato i melomani, che hanno resistito fino alla fine. Un malfunzionamento, da attribuirsi alla manutenzione del Palazzo, impossibilitata a risolvere il guasto per tempo. Fortunatamente, la qualità del Festival, ha prevalso sulle condizioni gravose, com’è consuetudine, ormai da 12 anni.  

Un’apertura, tutta in rosa dedicata a Giuseppe Martucci, con il suo “Quintetto per pianoforte e archi in Do maggiore Op.45”: al piano Elena Matteucci, Jessica Fellows e Cara Schlecker al violino e Raffaela Cardaropoli al violoncello. Un inizio leggiadro ma complesso, che ha messo in luce la competenza delle musiciste: su tutti, al di là dell’eccelsa napoletana Matteucci, emerge la violinista Cara Schlecker , nata in Illinois e diplomatasi recentemente al Robert McDuffie Center for Strings, già alla seconda presenza consecutiva al Festival romano.

Nel secondo atto, spazio alla musica per il cinema. E largo a una nuova formazione: l’incommensurabile maestro Robert McDuffie, col suo pregiatissimo Guarneri del Gesu, la pianista coach Elizabeth Pridgen, di nuovo Cara Schlecker al violino, l’altra statunitense Julia Branderburg, la cinese Shiqi Li al violoncello, l’italiano Luca Sanzò alla viola e il pluripremiato Kurt Muroki al contrabbasso. Allegro e dal sapore western è “Hoe Down from Rodeo”, carosello del compositore britannico Aaron Copland: brano utilizzato dal cinema e dalla pubblicità.

La selezione continua col compositore inglese Stephen Eldelman: “Hustle and bustle”, melodia dall’anima folk, tratta dalla commedia brillante “The English man who went up a hill but came up a mountain”.

Più impegnativo e commuovente è “Love theme from Ennio Moricone’s Cinema Paradiso” composta dal figlio Andrea Moricone. Coinvolgente, di difficile esecuzione, carica di pathos: intenso è il finale interpretato con trasporto e perfezione tecnica dal maestro McDuffie. Attimi di pura estasi.  A seguire una pièce di John Williams, nota ai più giovani quale colonna sonora di “Harry Potter e la pietra filosofale”: il Tema di Edvige, scelto in precedenza anche per “Schindler’s List”. Un ritmo sostenuto e incalzante, che trasmette un senso di solennità e timore.

E per il gran finale, un fuori programma: tutta l’orchestra sul palco, giovani talenti e coach insieme per un arrivederci con “Theme from magnificent Seven”:  un classico dall’animo folk, celebre in tutto il mondo, come colonna sonora delle Marlboro e del film cult “I magnifici sette”. Un palco gremito: viole, violoncelli, corni, fagotti, clarinetti, contrabassi, pianoforte e tanti violini. Un’atmosfera euforica, sulla traccia di note trionfanti che più di tante parole sintetizzano l’emozione unica che il Festival rappresenta per tanti appassionati, che ogni anno raggiungono Roma per non perdersi quest’immancabile appuntamento estivo con la classica.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Europa

Resisti mia bella Europa verdeggiante culla dei secoli.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

La ruota della vita

Si cresce e dentro si muore Si grida e nessuno ci ascolta.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quando l’intimità si fa politica attraverso la pittura. Intervista a Romina Bass…

Parlare di donne e politica in tempi di ritorno femminista significa addentrarsi in un periglioso terreno, col rischio che tutto venga fagocitato da nuovi slogan e propaganda di movimento.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 72. I diritti umani sulla Croisette. Tutti i premi

CANNES – Le opere cinematografiche create e scelte per la kermesse del 2019 distinguono la sensibilità di un gruppo sociale, il suo desiderio di indirizzare il mondo, in una parola...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Fertilità. L’orologio biologico non segue i nostri comodi

Convegno Rotary con il dottor  Alberto Vaiarelli, specialista di medicina della riproduzione, fondatore di ”Idee fertili”

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]