Sabato, 31 Ottobre 2015 10:02

Tricarico: recital sul mestiere di vivere Featured

Scritto da
Rate this item
(6 votes)

Il cantautore milanese si è esibito al “BQ De nott”  con lo straordinario pianista Michele Fazio

Non so se è meglio ma è 

non so se è peggio ma è 

è solo quello che c'è 

soltanto quello che c'è 

e non è l'America. 

Ma forse è meglio così 

era impossibile qui 

andare avanti così 

non è l'America 

l'America 

l'America..”

(“L’America” di Francesco Tricarico)

jazz_da_domani_l_acrobata_il_nuovo_album_di_michele_fazio.jpgVederlo in concerto in una sorta di recital per voce, flauto e pianoforte è un’esperienza unica, intensa che provoca forti emozioni. Il suo modo di cantare, le sue storie strazianti e struggenti, il suo lirismo e la sua poesia arrivano direttamente al cuore. Stiamo parlando di Francesco Tricarico, cantautore milanese che ieri sera si è esibito al “BQ De Nott”, locale underground del capoluogo lombardo. Il musicista e compositore ha offerto uno spettacolo che fonda magistralmente la canzone d’autore, il teatro, l’improvvisazione più esasperata per raccontare il nostro Paese attraverso la sua e le nostre vite. Il suo recital ha avuto come protagonista un musicista straordinario e profondo come Michele Fazio. Si tratta di uno dei migliori pianisti jazz italiani ed europei in circolazione. Nativo di Bari, nel corso della sua prestigiosa carriera ha composto colonne sonore per il teatro e per il cinema. Ha scritto il soundtrack del film “Tutto l’amore che c’è” del suo amico Sergio Rubini. Ha collaborato Con Patty Pravo, Fabio Concato, Gianluca Grignani e Mick Abrahams, cofondatore dei leggendari Jethro Tull.  Michele Fazio ha pubblicato alcuni album con il suo trio e per piano solo in cui ha dimostrato le sue immense capacità compositive e interpretative. Il suo pianismo romantico prosegue il percorso tracciato da Bill Evans e da Brad Mehldau.  

Uno dei momenti più intensi del concerto di Tricarico è stato quando ha proposto “L’America”, brano estratto da “Invulnerabile” (2013), che è tutt’ora il suo ultimo album pubblicato.   Altro momento particolare è stata la composizione “Le conseguenze dell’ingenuità”, il cui testo spicca per il crudo realismo e per una poesia ricercata e originale. Ecco un passaggio estremamente significativo e illuminante del lirismo di Tricarico.

 

“Le conseguenze dell'ingenuità

a volte sono sottovalutate

se si potesse correre più avanti

non si farebbe certo quell'errore

confonder l'oro per il sole

ma poi del resto tanto è sempre uguale”.

Lo schivo compositore milanese ha poi cantato il suo brano di esordio, “Io sono Francesco” che ebbe uno straordinario successo di vendite coronato anche da un disco di platino.

Dopo quindici anni di carriera Francesco Tricarico si presenta soprattutto dal vivo con un’incredibile energia creativa e interpretativa. Le sue composizioni a tratti disperate e strazianti sono come uno squarcio di luce nella notte più buia dell’attuale panorama della canzone d’autore italiana.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]