Mercoledì, 08 Giugno 2016 18:18

Giuseppe Tornatore: “Felice il libro di Murrali sulla Maraini”

Scritto da

Il nuovo libro di Eugenio Murrali “Lontananze perdute. La Sicilia di Dacia Maraini”, Perrone editore, presentato insieme all’autore a Roma da Aldo Cazzullo, Giuseppe Tornatore, Piera degli Esposti, moderatrice Maria Concetta Mattei, ha attirato una folla che per il tipo di evento può essere definita “da stadio”

ROMA – Il salone della società Dante Alighieri a Roma, dove si presenta il nuovo libro di Eugenio Murrali “Lontananze perdute. La Sicilia di Dacia Maraini” è stracolmo, tanti sono in piedi, altri ascoltano gli interventi all’esterno attraverso l’altoparlante. Dato il tema di spessore, raramente si raggruppa una folla così: una labirintite non ha permesso di esserci a Dacia Maraini, se fosse presente, ne sarebbe lusingata.

Aldo Cazzullo, sorridendo nota come l’età media del pubblico non sia cent’anni.  Molti, infatti, sono ragazzi, come Eugenio Murrali, che si è laureato in Filologia Classica e in antropologia dell’Antichità ed è recentemente diventato giornalista professionista. Prima di “Lontananze perdute” Murrali ha pubblicato con Rizzoli “IL SOGNO DEL TEATRO Cronaca di una passione”. L’amore per il teatro è stato il trait d’union con l’autrice de “La lunga vita di Marianna Ucria”. Scrive Murrali nel suo libro: “A volte la sera Dacia ed io andiamo a teatro. E’ un rito della nostra amicizia. I riti e gli amici danno sicurezza”.  Una sicurezza che per i giovani, anche per uno bravo come Eugenio, oggi è un lusso. Aldo Cazzullo pronostica a Murrali un indubbio avvenire, ma aggiunge come in Italia i ragazzi di talento spesso non trovino condizioni culturali adatte e rileva anche che, sinora, Eugenio Murrali scrive per dei giornali … francesi. 

Gli attori Rino Bernardini e Margherita Piatti leggono le pagine più toccanti di “Lontanze perdute”, sullo schermo passa lo smalto poetico della Sicilia di Tornatore che, anche in uno spot, riesce a trasmettere emozione. Piera Degli Esposti, che ha lavorato col regista ne “La sconosciuta”, racconta aneddoti del suo rapporto con Tornatore e con l’isola. Maria Concetta Mattei, nota giornalista del TG2 dove Murrali è stato stagista, modera con voce argentina il dibattito seguito da spettatori attenti.

Giuseppe Tornatore parla di Bagheria, la cittadina nella quale è nato ed è vissuto sino a ventisette anni, quella che Eugenio Murrali ha visitato sulle tracce della Maraini. Il premio Oscar spiega come per lui sia difficile parlare del libro di Murrali, perché lo riporta a una realtà la cui sofferenza lenisce solo il ricordo; definisce Dacia Maraini “simbolicamente nata a Bagheria” e confessa di aver avuto un senso d’invidia per le immagini meravigliose delle quali si è nutrito Murrali, scaturite dalla passione della scrittrice per questa terra. “Immagini che hanno germinato” – aggiunge - “Lontananze perdute”. Testo che Tornatore definisce: “Una lettura felice, che consiglio a tutti”.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Notte taciturna

Ricordo quella luna incantata e il dolce languore di una confidenza bisbigliata nel confessionale del cuore.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]