Martedì, 06 Settembre 2016 12:11

Venezia 73. “El ciudadano ilustre”, papabile tra i Leoni

Scritto da

LIDO DI VENEZIA (nostro inviato) Applausi scroscianti dalla stampa a “El ciudadano ilustre”, ovvero “Il cittadino onorario”,  dei registi  argentini Cohn e Duprat. Questo film, insieme al musicale “La la land” e all’elegante “Frantz”, è tra i più apprezzati dai giornalisti fino a questo momento e molti lo sentono in odore di Leone.

La pellicola racconta di Daniel Mantovani (il bravissimo Oscar Martinez), scrittore di fama planetaria che, nel momento in cui riceve il Premio Nobel per la Letteratura, davanti al re e agli autorevoli membri dell’Accademia di Svezia, fa un discorso senza peli sulla lingua, in cui si dice insignito perché è il candidato più comodo al sistema, lasciando tutti senza fiato. 

Anni dopo il Nobel, lo scrittore, solo nella sua bella casa, annoiato dei molti inviti di ogni parte del mondo - che rifiuta - inaspettatamente accetta la chiamata del sindaco di Salas -  villaggio argentino dove è nato e cresciuto - che vuole nominarlo ‘cittadino onorario’. Daniel Mantovani decide di partire da solo, senza la fidata segretaria. Una volta a destinazione, il suo rientro inizia catastroficamente: la sgangherata automobile con autista, venuta a prelevarlo, si rompe per strada e costringe i due a dormire in macchina, a usare le pagine dei celebri romanzi per ripulirsi dopo essere andati di corpo. 

Entrano nella storia i rapporti del “Cittadino onorario” con gli amici, con le autorità del luogo, conoscenti, questuanti, il suo ex amore e la famiglia che la donna si è costruita. Quello di Cohn e Duprat è il ritratto di un intellettuale senza sconti, schietto, schivo e snob, restio ai baci e agli abbracci, senza moglie né figli, narciso, vittima della solitudine del genio, della grandezza di una mente superiore come dell’invidia altrui e della deificazione della persona. Intorno gli gira un mondo rurale e primitivo, dominato dal kitsch di ambienti e comportamenti, in fondo non dissimili da quelli cosiddetti più civili.  

Un accento di onestà e intelligenza accompagna tutto il film, rendendola una delle pellicole più dissacranti della mostra, più veritiere e insieme più meritevole di un premio. I registi fanno dire al loro personaggio che la cultura è tanto più spesso inflazionata e nominata tra gli stupidi, gli ignoranti e pericolosi, i quali se ne servono strumentalmente e per difesa. Nelle parole dell’uomo della strada: “la cultura è come la marmellata, meno ne hai e più la spalmi”. 

  • DATA USCITA: N.D.
  • GENERE: Drammatico 
  • ANNO: 2016
  • REGIA: Gastón Duprat, Mariano Cohn
  • ATTORI: Oscar Martinez, Dady Brieva, Andrea Frigerio
  • FOTOGRAFIA: Mariano Cohn
  • MUSICHE: Toni Mir
  • PRODUZIONE: Aleph Media, Televisión Abierta, A Contracorriente Films
  • PAESE: Argentina, Spagna

El ciudadano ilustre - Trailer

 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Dio è donna

Divinità era donna! Un tuffo nel mito della Grande Madre tra l’immaginario e il reale. L’universo femminile un viaggio alla scoperta dell’altra metà di Dio. C’è stato un mondo diverso dove si venerava la Dea. Ritroviamo la scintilla della divinità...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]