Lunedì, 13 Febbraio 2017 13:49

Sala Umberto. “Le piace Brams”? Recensione

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Con la direzione artistica del Maestro Lorenzo Porta del Lungo, tre artiste di calibro internazionale Katia Castelli, mezzosoprano, Ilona Bàlint alla viola, Edina Bak al pianoforte, a 120anni dalla morte di Johannes Brahms hanno reso omaggio all’immortale compositore con “Le piace Brahms?”, un concerto-evento che significativamente trae titolo da un noto romanzo di Françoise Sagan.

E’ innegabile che la scrittrice francese deve aver molto apprezzato il musicista di Amburgo, se l’ha scelto a evocazione dell’atmosfera del suo intrico sentimentale. 

Così nell’introduzione, Lorenzo Porta del Lungo ha spiegato come il tema della relazione uomo-donna fosse alla base del repertorio liederistico quel giorno scelto. L’amore, il rapporto di Brahms con la bellezza e la poesia hanno mosso emozioni profonde nello scrigno del Sala Umberto, grazie all’altissima professionalità delle tre grazie: Katia, Ilona, Edina che hanno saputo suscitare prolungati battimani in un pubblico di appassionati e intenditori, forse proprio per questo anche più difficile. Grazie anche alla cornice confacente di un teatro romano nato a pochi anni dalla morte del grande autore per ospitare concerti e operette. E’ noto che la città eterna fu per Johannes Bramhs, al pari del suo connazionale Goethe, fonte d’ispirazione. Katia Castelli, Ilona Bàlint e Edina Bak, oltre che in splendidi Lieder, si sono cimentate nella n.1 e n.3 delle Danze Ungheresi, così confidenziali e allegre all’orecchio degli ascoltatori, così come ha appassionato la celeberrima Sonata Op. 120 n°2, prevista anche per clarinetto ma in questo caso eseguita dalla seducente viola di Ilona Bàlint.

Insieme alle opere di Brahms, hanno completato il concerto due Lieder tratti dalla raccolta di quattro Lieder eines fahrenden Gesellen (Canti di un compagno di viaggio) di Gustav Mahler. I due leader di Mahler, inizialmente destinati a voce e orchestra, al sala Umberto sono stati cantati da Katia Castelli e accompagnati da una bravissima Edina Bak al pianoforte. Brahms e Mahler, musicisti diversi e unici, sono stati a lungo contrapposti più dalla critica che da duelli personali. Dei due compositori oggi ci è tramandata l’originalità artistica che trae fuoco dal sentimento e accomuna in qualcosa di universale, non a caso i leader in questione sono il frutto dell’ispirazione generata in Mahler da un amore infelice.

Programma 

J.Brahms Zwei Gesänge (op.91)

J.Brahms: Lieder 
Wie Melodien zieht es mir (op.105.no.1) 
Von ewiger Liebe (op.43 no.1) 
Klage (op.69)
Des liebsten Schwur (op.69) 

J.Brahms: Danze ungheresi n°1 e n°3 
“Arr. di Watson Forbes”

G.Mahler: da "Lieder eines fahrenden Gesellen"

Wenn mein Schatz Hochzeit macht 
Die zweie blauen Augen

J.Brahms: Sonata (op.120 no.2)

Suono e Immagine Classica 
presenta

Le Piace Brahms?

L’evento omaggio a Brahms (l'anti-Wagner) a 120 anni dalla morte
Direzione Artistica: Maestro Lorenzo Porta del Lungo

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Amanti sospesi nel tempo

Sei entrato nella stanza  uno sconosciuto  come io sconosciuta per te. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Damar

(A Stefano. Il ricordo è un piccolo granello che riempie lo spazio dell'assenza)

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quando l’intimità si fa politica attraverso la pittura. Intervista a Romina Bass…

Parlare di donne e politica in tempi di ritorno femminista significa addentrarsi in un periglioso terreno, col rischio che tutto venga fagocitato da nuovi slogan e propaganda di movimento.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 72. I diritti umani sulla Croisette. Tutti i premi

CANNES – Le opere cinematografiche create e scelte per la kermesse del 2019 distinguono la sensibilità di un gruppo sociale, il suo desiderio di indirizzare il mondo, in una parola...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

L’Italia e gli italiani nel cinema albanese

Il cinema albanese è stato il protagonista di questa primavera romana appena conclusa. Dopo aver conquistato la vittoria alla decima edizione del Francofilm – il Festival del cinema francofono organizzato...

Romano Milani - avatar Romano Milani

ITC Farma punta sui giovani: coltivare oggi i talenti di domani

La sinergia tra accademia e impresa è un passo necessario per la crescita del Paese

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]