Martedì, 30 Maggio 2017 13:18

Honoré de Balzac.” Eugenie Grandet”. Recensione

Scritto da

“Eugenie Grandet” è ambientato a Saumur, un paese della Loira, che Balzac descrive con calore poetico, tanto che ancora oggi chi visita la cittadina non può fare a meno di immaginare le esistenze discrete e tragiche che popolano questo romanzo, col quale molti identificano lo scrittore. E sin dalla prima pubblicazione, nel 1834, ebbe un successo straordinario. 

Lettura godibilissima narra lo scorrere quotidiano di una famiglia della quale fanno parte papà Grandet, sua moglie, la fedele domestica Nanon e la bella figlia Eugenie. Il lettore è avvinto non da azioni avventurose, ma dalla descrizione minuziosa dei sentimenti e del carattere dei personaggi: istinti, riflessioni, innamoramenti, meschinità, che determinano il destino di ciascuno. 

Papà Grandet, un avaro che compete con quello di Molière, è un vecchio arricchitosi per il grande fiuto negli affari e lo smodato amore per l’oro. Nonostante abbia tanti soldi, fa di tutto per nasconderlo: sua moglie, la serva Nanon e la figlia Eugenie vivono in autentiche ristrettezze, in una casa disadorna e buia perché papà Grandet lesina persino i moccoli delle candele. 

Un giorno l’arrivo di Charles, un cugino di Parigi, interrompe la monotonia di quell’esistenza incolore. Papà Grandet non è contento dell’ospite, poiché figlio di un fratello che ha avuto disastri finanziari che teme di dover ripagare, ma le tre donne ne restano affascinate. Eugenie, in particolare, s’innamora perdutamente di lui. Quello per Charles è un amore silente e ascetico, che metterà a dura prova la sua vita, già segnata dall’egoismo di suo padre, artefice di dolori ai quali non riesce a opporsi. 

Eugenie Grandet è l’archetipo della donna arrendevole, attorno a cui gravitano figure che cercano di sfruttarla e che costituiscono nei fatti lo sfondo sociale. Eugenie è sola, nonostante l’innata generosità, chiusa in un sogno d’amore, destinata come molti a un passaggio in ombra su questa terra. Honoré de Balzac empatizza con lei al punto d’aver  toccato i vertici più alti dello stile, raffigurando una tra le tacite figure femminili più commoventi e drammatiche della letteratura di tutti i tempi.

Eugenie Grandet, di Honoré De Balzac, è un classico pubblicato, su carta e in e-book, da diversi editori.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La riscossa dell'avvenire

Alle donne Che sono le fondamenta della società

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Rosa del deserto

Il muezzin cantilenando va le sue preghiere.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quando l’intimità si fa politica attraverso la pittura. Intervista a Romina Bass…

Parlare di donne e politica in tempi di ritorno femminista significa addentrarsi in un periglioso terreno, col rischio che tutto venga fagocitato da nuovi slogan e propaganda di movimento.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 72. Calano in TV gli appassionati della Cerimonia d’apertura

CANNES - Quest’anno è toccato a Charlotte Gainsbourg et Javier Bardem varare il festival di Cannes che durerà fino a sabato 25 maggio, dopo una breve cerimonia di apertura presentata...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]