Domenica, 03 Settembre 2017 16:23

Venezia 74. “Non c’è pace fra gli ulivi” di Giuseppe De Santis, marchio del neorealismo

Scritto da

Giuseppe De Santis, il regista di Riso amaro, è da considerare fra i padri del neorealismo italiano. Non c’è pace fra gli ulivi, del 1950 ha fra gli interpreti Raf Vallone, Lucia Bosè e  Folco Lulli. Girato in Ciociaria, è un drammone ambientato nei  primi anni del secondo dopoguerra.

Un pastore  torna a casa dopo   la prigionia e scopre di essere stato derubato del gregge. Decide di farsi giustizia da solo ma finisce male. Nel ruolo del protagonista Raf Vallone ha espressioni intense, Lucia Bosè è la bellona che attirò il pubblico maschile, Folco Lulli un grande caratterista.

Una curiosità per cinefili: le immagini in bianco e nero sono guidate da una voce fuori campo, che è la voce stessa del regista. De Santis ha voluto così sottolineare l’impostazione teatrale del film, che si basa su una sceneggiatura del poeta Libero De Libero, suo conterraneo, entrambi erano di Fondi, dove sono state realizzate  quasi tutte le riprese. Nonostante la semplicità della storia e i risvolti drammatici, il film ebbe un buon successo commerciale, dovuto soprattutto alla notorietà degli attori principali. Nessun premio a Venezia.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 70. A sorpresa vince “The square”. Tutti i premiati

CANNES -  La giuria del  Festival Internazionale del Film di Cannes  presieduta da Pedro Almodovar e composta da Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing, Agnès Jaoui, Park Chan-wood, Will Smith, Paolo Sorrentino, Gabriel...

Redazione - avatar Redazione

Opinioni

Non solo coaching: Siamo pronti ad affrontare lo tsunami digitale?

Siamo nel pieno delle sfide del mondo 4.0, una rivoluzione non solo industriale, ma anche personale e professionale.

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077