Domenica, 03 Settembre 2017 16:23

Venezia 74. “Non c’è pace fra gli ulivi” di Giuseppe De Santis, marchio del neorealismo

Scritto da

Giuseppe De Santis, il regista di Riso amaro, è da considerare fra i padri del neorealismo italiano. Non c’è pace fra gli ulivi, del 1950 ha fra gli interpreti Raf Vallone, Lucia Bosè e  Folco Lulli. Girato in Ciociaria, è un drammone ambientato nei  primi anni del secondo dopoguerra.

Un pastore  torna a casa dopo   la prigionia e scopre di essere stato derubato del gregge. Decide di farsi giustizia da solo ma finisce male. Nel ruolo del protagonista Raf Vallone ha espressioni intense, Lucia Bosè è la bellona che attirò il pubblico maschile, Folco Lulli un grande caratterista.

Una curiosità per cinefili: le immagini in bianco e nero sono guidate da una voce fuori campo, che è la voce stessa del regista. De Santis ha voluto così sottolineare l’impostazione teatrale del film, che si basa su una sceneggiatura del poeta Libero De Libero, suo conterraneo, entrambi erano di Fondi, dove sono state realizzate  quasi tutte le riprese. Nonostante la semplicità della storia e i risvolti drammatici, il film ebbe un buon successo commerciale, dovuto soprattutto alla notorietà degli attori principali. Nessun premio a Venezia.

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 71. Vademecum del festival

CANNES - Nel 2018 il festival di Cannes si svolge dall'8 al 19 Maggio e compie settantuno anni, tanto che molte testate per brevità lo definiscono anche Cannes71.  Cittadina del...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Opinioni

Surriscaldamento globale. L’oceanologo Furio Ruggiero : “I nostri discendenti si…

Checché ne dica il presidente americano Trump, che nega il fenomeno del surriscaldamento globale, la temperatura media della terra è in costante aumento, i ghiacciai si sciolgono, il livello degli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Come difendersi dalle furbizie del mercato. Incontro con Massimiliano Dona, pres…

Le aziende fornitrici di servizi pubblici che mandano le bollette di pagamento ogni 28 giorni, inventandosi così il tredicesimo mese dell’anno, e di fatto aumentano le tariffe. Le compagnie telefoniche...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077