Lunedì, 04 Settembre 2017 10:00

Venezia 74. “The Leisure Seeker”: piace il primo film italiano

Scritto da

VENEZIA (nostro inviato) - The “Leisure Seeker” di Paolo Virzì, è il primo dei quattro film italiani in concorso a Venezia 74. Tratto dal romanzo omonimo di Michael Zadoorian, è anche il primo lungometraggio girato dal regista negli Usa. 

Narra di una coppia di persone molto avanti con gli anni - lui smemorato, lei affetta da una malattia seria - ancora innamorate e determinate a godersi la vita. Un giorno i due, contro la volontà dei figli, decidono di rimettere in moto il vecchio camper e di partire per un viaggio che ha come traguardo una visita alla casa di Hemingway. Tipicamente “virziniana” la pellicola è divertente e piena di battute, gli interpreti sono davvero grandi attori, Donald Sutherland e Helen Mirren, e offrono un contributo decisivo alla qualità dell’opera, che non parla solo di vecchiaia o di morte, ma anche di quell’energia vitale che può esserci in un rapporto matrimoniale lungo e pieno d’amore.

Paolo Virzì ha detto di essere stato spinto a girare perché gli interessava l’argomento, nel quale si è identificato: il gusto dell’esistenza da parte di due “anziani fricchettoni” e il dover venire a patti con la morte. Tema del resto universale.

Il film è stato molto applaudito. Qualcuno ha parlato di candidatura all’Oscar. Non a caso la Sony prevede l’uscita in America a dicembre, in Italia il 25 gennaio e sarà distribuito da 01. Paolo Virzì è stato tuttavia prudente, mostrando scetticismo nei confronti della corsa per la statuetta. “ A me fa già piacere – ha affermato - essere a Venezia e sapere che lo vedranno in 90 paesi”.

Ttitolo originale: THE LEISURE SEEKER

regia di: Paolo Virzì

cast: Helen Mirren, Donald Sutherland, Christian McKay, Janel Moloney, Dana Ivey, Dick Gregory

sceneggiatura: Stephen Amidon, Francesca Archibugi, Francesco Piccolo, Paolo Virzì, dal romanzo "The Leisure Seeker" di Michael Zadoorian

fotografia: Luca Bigazzi

montaggio: Jacopo Quadri

scenografia: Richard A. Wright

costumi: Massimo Cantini Parrini

produttore: Fabrizio Donvito, Marco Cohen, Benedetto Habib

produzione: Indiana Production, Rai Cinema, con il contributo del MiBACT, in associazione con 3 Marys Entertainment

Italia anno: 2017

durata: 112'

formato: colore

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 71. Vademecum del festival

CANNES - Nel 2018 il festival di Cannes si svolge dall'8 al 19 Maggio e compie settantuno anni, tanto che molte testate per brevità lo definiscono anche Cannes71.  Cittadina del...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Opinioni

Un orto su Marte ci salverà

“Il mondo scientifico si sta preparando ad andare su Marte e in Italia si fa la guerra ai vaccini”. A dichiarare esplicitamente il paradosso è il responsabile del laboratorio di...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Restauro: intervenire sulla pietra rispettando le patine

E’ opportuno nelle nostre città ripulire ripetutamente le facciate dei palazzi ed i monumenti? La domanda sembrerebbe soggetta ad una ovvia risposta ma così non è. Ogni città ha un...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077