Mercoledì, 06 Settembre 2017 10:13

Venezia 74. La donna scimmia, il travagliato classico di Marco Ferreri

Scritto da

VENEZIA - Un anno dopo aver avuto un notevole successo con L’ape regina, Marco Ferreri girò nel 1964 La donna scimmia con due protagonisti di spicco: Ugo Tognazzi (fresco del Nastro d’argento preso l’anno prima come miglior attore protagonista) e Annie Girardot, l’attrice francese che allora andava per la maggiore. Il film è una coproduzione italo-francese, per noi c’era Carlo Ponti che s’impuntò e fece cambiare il finale. Ferreri ovviamente non era d’accordo.

E’ la storia di una giovane donna interamente coperta di peli (stupefacente l’opera del truccatore sul viso della Girardot) che uno spregiudicato traffichino arriva a sposare pur di poterla esibire come un fenomeno da baraccone. Poi nascono l’amore e un bambino, ma la madre muore di parto e il piccolo non le sopravvive. Perduta la sua fonte di guadagno, il vedovo senza scrupoli continua a girare per le fiere esponendo i loro corpi imbalsamati. Così lo girò Ferreri, ma il produttore, non nuovo a interventi censori sui film nei quali aveva messo i soldi, non sentì ragioni e ordinò il taglio delle scene finali. Il film si chiude con la morte della donna. Nell’edizione francese si arrivò addirittura al lieto fine: la donna perde il pelo. Il barbuto Ferreri non si dette  pace: il suo cinema grottesco, costantemente alla ricerca di anormalità sia nell’ambito familiare sia nella società corrotta dalla convenienza economica, appariva ai suoi occhi talmente edulcorato da non sembrare più suo. Per sottolineare la tenebrosità dei sentimenti lo aveva girato in bianco e nero con la mano straordinariamente felice di Aldo Tonti, uno dei grandi operatori del nostro cinema. Nessun premio a Venezia. Scarso il successo di pubblico.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 70. A sorpresa vince “The square”. Tutti i premiati

CANNES -  La giuria del  Festival Internazionale del Film di Cannes  presieduta da Pedro Almodovar e composta da Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing, Agnès Jaoui, Park Chan-wood, Will Smith, Paolo Sorrentino, Gabriel...

Redazione - avatar Redazione

Opinioni

Camilleri e Simenon, a tavola e con le donne Montalbano rincorre Maigret

Più d’una volta, nei racconti di Andrea Camilleri, di cui è protagonista il commissario Salvo Montalbano, ricorre la citazione: “Prese un romanzo di Simenon e cominciò a leggere”. Oppure: “Fece...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Nell’Italia che non legge, dilaga la “ringraziamentite”.

Gli scrittori di oggi hanno copiato dai titoli di coda dei film di ieri il vezzo di ringraziare tutti quelli che hanno collaborato alla fattura del film, fino all’ultimo elettricista...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Speech Art

L’arte come mediazione e stimolo sociale

Il caso Piazza dell’Immaginario nelle parole della curatrice Alba Braza

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208