Sabato, 16 Dicembre 2017 11:45

Santa Cecilia. Mattarella e Franceschini ad ascoltare Bizet diretto da Pappano

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Dopo il successo delle prime due repliche, presenzieranno al concerto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini 

ROMA - Antonio Pappano dirige l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia in un concerto che si apre con la Sinfonia in do di George Bizet, rimasta sconosciuta fino al 1933, cinquantotto anni dopo la morte del compositore, che l’aveva scritta a soli diciassette anni  quando, nel 1855, studiava composizione al Conservatorio di Parigi (giovedì 14 dicembre ore 19.30 – venerdì 15 ore 20.30 – sabato 16 ore 18, Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia).  Di Bizet Pappano dirigeràOrchestra, Coro e Voci Bianche in una selezione dei brani più significativi dalla Carmen una delle opere più note ed eseguite al mondo, la storia passionale, di amore e morte, di una sigaraia che seduce un soldato, è tratta da una novella di Prosper Merimée che tuttavia fu considerata troppo audace dal pubblico dell’epoca, impreparato a un personaggio fuori dagli schemi dell’opera del tempo. La prima rappresentazione all’Opéra-Comique di Parigi nel 1875 non fu apprezzata e Bizet, che morì qualche mese dopo, non seppe mai del successo che arrise alla sua musica già a partire dall’anno seguente quando l’opera entrò a far parte del cartellone della Staatsoper di Vienna.

Di carattere ritmico e vivace è la Sinfonia n. 2 di Alexander Borodin, ispirata alla tradizione russa di cui l’autore era un profondo conoscitore, mentre in chiusura di programma sarà possibile ascoltare una delle pagine più note del compositore russo: Le Danse Polovesiane, tratte dal Principe Igor – l’unica opera, restata incompiuta - a cui Borodin, lavorò tutta la vita.

Ispirata a un poema epico del XII secolo la trama ripercorre vicende storiche e le quattro danze rappresentano il momento in cui Igor, prigioniero dei barbari che occupavano i territori a Nord del Mar Caspio e del Mar Nero viene intrattenuto con danze e canti tradizionali.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

Festival di Cannes

Cannes 71. In giuria prevalgono le Marianne

Al pubblico che si appassiona ai film in concorso non importa molto della giuria che li sceglie, ma è significativo che quest’anno al festival del cinema di Cannes, che si...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077