Martedì, 10 Luglio 2018 09:29

The Rome Celtic Festival a Parco Schuster l’11 luglio

Scritto da
Rate this item
(0 votes)
The Dubliners The Dubliners

11 luglio, ore 21.30 Parco Schuster Via Ostiense 182, Roma / Basilica di San Paolo

ROMA - L’11 Luglio a Parco Schuster sbarca il suggestivo e intramontabile fascino della musica celtica in un festival, The Rome Celtic Festival - Here comes the Dubliners, che vedrà sul palco la band leggenda della scena folk mondiale e della musica irlandese: i “Dublin Legends” insieme agli “Hurry up”, i “LyraDanz”, i “Mortimer McGrave” e i ragazzi della “ROIS Rome Irish Scottish Dance School”.

Dopo tanti anni passati on the road, macinando migliaia di concerti con i “The Dubliners”, Thomas O'Brien, John O'Connor, Paul Watchorn e John Cannon tornano in Italia calcando il palco di Parco Schuster per un'ora e mezza di “Wild Rover”, “Whiskey in the Jar” ,”Irish Rover”, “Seven Drunken Nights” e tanta musica, trasformando l’area verde nel più grande festival celtico della capitale tra birra, danze e cultura celtica in collaborazione con Musica Celtica Italia e Montelago Celtic Festival.

Un’inesauribile irrorazione di energia, un’emozionante esplosione di folklore celtico, una tangibile manifestazione del genio umano sono le garanzie offerte dagli autentici depositari della cultura musicale irlandese. 

La semplicità del prodotto musicale offerto data dalla sola presenza di voce, chitarre e violino è marchio di fabbrica delle leggende dublinesi, i cui brani sono conosciuti e amati in tutto il mondo. 

I “Dublin legends” non saranno però gli unici protagonisti del ROME CELTIC FESTIVAL. Al loro fianco si esibiranno gli “Hurry up”, i “LyraDanz”, i “Mortimer McGrave” e i ragazzi della “ROIS Rome Irish Scottish Dance School”.

Gli “Hurry Up” nascono nel giugno 2017 e imperniano il loro progetto musicale sulla tradizione irlandese e scozzese con sonorità moderne e qualche incursione nella musica popolare italiana.

”LyraDanz” nasce dall’incontro di tre musicisti accomunati dalla passione per il folk e già affermati nel panorama della musica celtica, trad e da ballo, che quasi per sfida sperimentano l’utilizzo di strumenti inconsueti nel repertorio del bal folk, quali arpa o salterio ad arco, con la chitarra grande protagonista.

I “Mortimer Mc Grave” presentano un repertorio di ballate e canzoni celtiche nello stile dei veri ”bravehearts” offrendo temi tradizionali e presentando le loro composizioni originali. I loro concerti hanno fatto il giro d’Europa riempiendo ovunque piazze e festival facendo ballare anche i pubblici più composti.

La ROIS Dance School, attiva sul territorio romano da più di dieci anni, condivide e diffonde la passione per la danza irlandese e scozzese all’interno del contesto culturale e sportivo di Roma e del Lazio. Il loro spettacolo si incentra sulla fusione artistica tra la danza irlandese e scozzese in stretto connubio con la valorizzazione della provenienza romana dei suoi interpreti.

THE ROME CELTIC FESTIVAL - Here comes the Dubliners  11 luglio 2018 Parco Schuster ore 21.30. Ingresso 15 euro. Prevendite: https://oooh.events/

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La riscossa dell'avvenire

Alle donne Che sono le fondamenta della società

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Rosa del deserto

Il muezzin cantilenando va le sue preghiere.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quando l’intimità si fa politica attraverso la pittura. Intervista a Romina Bass…

Parlare di donne e politica in tempi di ritorno femminista significa addentrarsi in un periglioso terreno, col rischio che tutto venga fagocitato da nuovi slogan e propaganda di movimento.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes classic 72. “Miracolo a Milano”, nel ’51 miglior film sulla Croisette

Premiato come miglior film alla quarta edizione del festival di Cannes, nel 1951, Miracolo a Milano diretto in quell’anno da Vittorio De Sica si rifà a  Totò il buono, il...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]