Domenica, 09 Settembre 2018 18:46

Venezia Classici 75. Morte a Venezia, quando la Mangano lavorò gratis

Scritto da

VENEZIA - Si racconta che sul copione la parte di quel personaggio femminile  era senza battute, praticamente muta. L’attrice straniera alla quale Luchino Visconti l’aveva proposta ne fu delusa e rifiutò la scrittura. Si fece avanti la Mangano che disse “La faccio io, e non voglio essere pagata”.

Morte a Venezia, il film che il più grande regista italiano di quegli anni (era il 1961) diresse non senza problemi (anche la scelta dell’interprete del personaggio di Tadzio fu complicata e costò al regista decine e decine di provini in alcune scuole scandinave alla ricerca del giovane dal fascino ambiguo)   quell’anno vinse a Cannes il premio speciale della giuria. Giustamente fa parte della pattuglia di film restaurati negli ultimi dodici mesi che la Mostra  presenta nella rassegna “Venezia Classici”.

Restaurato  dalla Cineteca di Bologna con la collaborazione della Warner Bros che lo produsse, è un film che vanta un cast tecnico d’eccezione: oltre alla splendida regia di Visconti, si avvale della fotografia  di Pasqualino De Sanctis, del montaggio di Ruggero Mastroianni, il fratello montatore del Marcello attore, dei costumi di Piero Tosi, mentre le musiche sono di Mahler, Lehar, Mussorskj, Beethoven.

Ispirato all’omonimo romanzo di Thomas Mann, Morte a Venezia è la storia del tragico incontro del compositore   Gustav von Aschenbach con il giovane Tadzio sulla spiaggia del lido di Venezia  fra le colorate capanne dell’hotel des Bains. L’anziano musocista si innamora perdutamente del ragazzo e si lascia morire sulla spiaggia mentre si  sta diffondendo un’epidemia di colera.  La tematica omosessuale affrontata con decisione da Visconti procurò al film cocenti critiche. Che non toccarono la bravura degli interpreti: Dirk Bogarde nel ruolo del protagonista, il nostro Romolo Valli e la Mangano nel ruolo della madre di Tadzio, lo svedese Bjorn Andresen.  Un film che non risente degli anni (quasi mezzo secolo) e che fa rimpiangere il nome di Visconti, un maestro che poche cinematografie fra le maggiori possono vantare. 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Capitale

Una donna Piange nel frastuono della città eterna Sembra un fagotto adagiato Il volto chino sul sudicio sagrato bagnato di pioggia e lacrime Nell' indifferenza di una giornata qualunque Uomini...

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Castelli di sabbia

Castello di sabbia splendi al sole senza mura indifeso sulla bionda spiaggia.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Festival di Cannes

Cannes 71. Il 25 ottobre esce “Angel face”. Recensione

“Angel Face” ha debuttato al Festival di Cannes 2018 nella sezione Un Certain Regard, dedicata alle migliori novità dei giovani autori e il 25 ottobre arriverà nelle sale italiane.

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La “bella guagliona” di Bolzano che merita “Otto e mezzo”

La Sette è riconosciuta come il terzo polo televisivo italiano nel campo generalista. Il successo che le sta arridendo non è dovuto a programmi di facile ascolto e di resa...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

C’è un’alternativa nel trattamento dei rifiuti di cui non parla nessuno

Si tratta della la gassificazione al plasma, ovvero “del plasma o assistita dal plasma”, che può essere utilizzata per convertire materiali contenenti carbonio in gas di sintesi per generare energia...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Speech Art

La cultura como motor económico y social. El caso latinoamericano. Entrevista a …

El año pasado en Roma, en el marco de la conferencia “Cultura e Sviluppo, una prospettiva latinoamericana” al MAXXI, organizada por el IILA, nos encontramos con Trinidad Zaldívar, Jefa de...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077