Sabato, 23 Febbraio 2019 08:15

Biennale danza, teatro e musica: il programma del 2019

Scritto da

ROMA – Affascinanti i video che hanno illustrato, nell’auditorium dell’Ara Pacis romana, i protagonisti della Biennale Danza alla folla di giornalisti venuti alla presentazione del programma che animerà la danza, il teatro e la musica della Biennale di Venezia 2019.

Nelle difficoltà che viviamo, suona efficace la parola <<miracolo>> da parte di Paolo Baratta, Presidente della Biennale di Venezia, per definire i settantatré spettacoli che i tre direttori - Marie Chouinard del Settore Danza, Antonio Latella del Settore Teatro, Ivan Fedele del Settore Musica - con soli due milioni e quattrocentomila euro, sono riusciti a organizzare. 

Le tre discipline artistiche sono accomunate dalla funzione di affinare e far progredire il rapporto con il pubblico, missione educativa fondamentale in questa stagione storica. Paolo Baratta ha spiegato che sono introdotti interessanti elementi intersettoriali con riferimento “al modo con cui sono sollecitate nel pubblico le disponibilità alla percezione e al dialogo, e quindi alle problematiche vie della comunicazione – con partecipazione tra artisti e pubblico”.

Il 13. Festival Internazionale di Danza Contemporanea ha un titolo che suscita curiosità ON BEcOMING A SmArT GOd-dESS, che la direttrice Marie Chouinard ha potuto spiegare solo con l’ausilio della mimica, poiché mescola in modo difficilmente traducibile il senso del divino germogliare artistico, cui strumento è il corpo del danzatore. La danza inaugura il calendario – dal 21 al 30 giugno- con la consegna del Leone d’oro alla carriera al performer Alessandro Sciarroni e quello d’argento al duo Theo Mercier & Steven Michel. 5 le prime assolute, 9 quelle nazionali e 8 gli interventi inediti creati per il teatro all’aperto nel cuore della città; numerosi incontri con gli artisti; un ciclo di film: tutto negli spazi dell’Arsenale –Teatro alle Tese, Teatro Piccolo Arsenale, Sale d’Armi, Giardino Marceglia – ma anche al Teatro Malibran e in Via Garibaldi.

“Atto terzo: drammaturgie”, che si svolge dal 22 luglio al 5 agosto. Ha un titolo volutamente lasciato al plurale perché, spiega il direttore Antonio Latella, “ crediamo che, nel ventunesimo secolo, sono tante e differenti le drammaturgie … “. Latella ha posto l’accento, tra le altre, alla drammaturgia per ragazzi, “forse prima per importanza” (…) “nata per creare un nuovo pubblico, crescerlo e proteggerlo dall’ovvietà …”. Proprio dal teatro-ragazzi dell’olandese Jetse Batelaan, Leone d’Argento, prende il via il 22 luglio il Festival. La manifestazione presenterà 14 artisti in programma, ognuno con più titoli. 28 gli spettacoli, in scena 

Il festival di musica contemporanea diretto da Ivan fedele, con il titolo “Back to Europe” chiude– dal 27 settembre al 6 ottobre - con sedici appuntamenti e trentuno prime esecuzioni . Leone d’oro al compositore George Benjamin. Leone d’argento al giovane Matteo Franceschini. Progetto speciale affidato ai Solisti Aquilani a dieci anni dal terremoto del 2009. Anche quest’anno è prevista l’attività della Biennale College Musica, il cui bando internazionale intende sostenere la produzione di quattro mini-opere “low budget” di teatro musicale da camera su tema comico, surreale, fantastico e/o giocoso.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La riscossa dell'avvenire

Alle donne Che sono le fondamenta della società

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Rosa del deserto

Il muezzin cantilenando va le sue preghiere.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quando l’intimità si fa politica attraverso la pittura. Intervista a Romina Bass…

Parlare di donne e politica in tempi di ritorno femminista significa addentrarsi in un periglioso terreno, col rischio che tutto venga fagocitato da nuovi slogan e propaganda di movimento.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 72. “Dolore e gloria”, incantevole Almodovar sulla caducità umana

CANNES – “Dolore e gloria” di Pedro Almodovar, in concorso al 72mo festival di Cannes, racconta di Salvador Mallo, regista in crisi creativa, provato da malesseri fisici  e non più giovane...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]