Giovedì, 28 Marzo 2019 11:14

Danza. Istituto di Cultura Coreano: “Il Grande Uomo e Sincronicità”

Scritto da

ROMA - Di recente apparizione nella costellazione degli istituti di cultura stranieri a Roma (ottobre 2016), l’Istituto coreano di cultura, non inferiormente al suo omologo Institut coréen de culture 2 Avenue d'Iéna, 75116 Paris, propone un programma fresco, agile ed aperto che presta grande attenzione alla cultura del paese ospitante.

Provvisto, quello a Roma, di uno staff giovane ed intraprendente di persone padrone della lingua italiana, riesce a dinamizzare le esperienze culturali dei due paesi in un ambiente fisico (una bella palazzina del periodo liberty) eccellentemente restaurato che offre sorprendenti percorsi fatti di corridoi che aprono poi in sale contigue e scalette in perfetto stile coreano e con altrettanto consoni coreani arredi minimali, semplici che segnalano l’essenziale, ovvero la caratteristica di una cultura della meditazione. Grande attenzione viene dedicata alla danza occidentale, sulle orme della grande Maestra Lee Ae-joo, con cui si cercano punti di contatto (ma non solo nella coreutica).

Personalmente fui fotografo per Bottari 2019, Opera Santa Cecilia 2018, Risonanza Ensemble Haru 2019, Gran Galà Opera 2017, The Barberettes live 2017. Chi in Italia dell’infinito patrimonio spirituale dell’oriente, ebbe contezza, fu Eugenio Barba con il suo “Teatro antropologico”.

“Il Grande Uomo” si muove su un percorso millenario di danza; qui la danza popolare degli esorcisti (salpurichum) supporta la storia di un padre di famiglia, ma la coreutica coreana registra anche altre forme espressive: il “seungmu” danza delle monache buddiste, la “taepyeongmu”, graziosità di movenze guidata e vincolata da stringenti canoni, oppure il “yeonggamudo” sistema espressivo di canto e danza ove le mosse del corpo seguono una sequela vocale basata su 5 suoni fondamentali (um, a, o, i, eu) che, legati ad altrettante 5 parti del corpo, fanno esso muoversi innescando quella armonia tipica del rapporto natura-uomo, pilastro della cultura d’oriente e grande insegnamento per un occidente sordo, troppo cartesiano, al massimo capace di sincretismi.

“Sincronicità”. Il pezzo viene affidato alla interpretazione di due danzatori che, o asincroni o in movimento di corrispondenza dialogativa o con sincronicità leggermente ritardata, sullo scandire di musica coreana ma anche occidentale, si parlano con il corpo senza ricorso alla parola. Corpo ricettivo e mente creatrice e trasmissiva, quindi. 

'Il Grande Uomo e Sincronicità'

Istituto di Cultura Coreano

Via Nomentana 12 ROMA

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La riscossa dell'avvenire

Alle donne Che sono le fondamenta della società

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Rosa del deserto

Il muezzin cantilenando va le sue preghiere.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quando l’intimità si fa politica attraverso la pittura. Intervista a Romina Bass…

Parlare di donne e politica in tempi di ritorno femminista significa addentrarsi in un periglioso terreno, col rischio che tutto venga fagocitato da nuovi slogan e propaganda di movimento.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 72. Annunciati dalla Cinéfondation i premi ai corti

CANNES - La giuria dei cortometraggi e della Cinéfondation prresieduta da Claire Denis e composta da Stacy Martin, Eran Kolirin, Panos H. Koutras e Cătălin Mitulescu, ha assegnato i premi...

Redazione - avatar Redazione

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]