Giovedì, 29 Agosto 2019 19:55

Venezia 76. “The perfect candidate”, l’emancipazione femminile secondo la prima regista saudita

Scritto da

VENEZIA - Haifaa al Mansour è la prima donna regista dell’Arabia Aaudita. Oggi è in concorso al Lido con In “A perfect candidate”, la cui protagonista è un medico che esercita con responsabilità il proprio ruolo, nonostante debba lottare ogni giorno contro il pregiudizio diffuso.

Quando, in seguito ad una serie di avvenimenti, la giovane si troverà a firmare i documenti per la propria candidatura al Consiglio Comunale con l’intenzione di far costruire una strada che conduca all’ospedale, la situazione si farà ancora più difficile e le preclusioni prenderanno fuoco …  Haifa al Mansour dopo aver esordito al Lido nel 2012 con La bicicletta verde, in concorso nella sezione Orizzonti,  con “The perfetc candidate” punta la sua attenzione ancora su un personaggio femminile forte e volitivo, simbolo e sprone dell’emancipazione femminile nel suo paese.  

La Mansour,  classe 1974, ottava di dodici figli del poeta Abdoul Bahman Mansour, si è  laureata in lettere all’università americana del Cairo e a Sidney ha completato gli studi con un master in regia.  Ha vissuto nel Bahrein con il marito, un diplomatico americano, e i suoi due bambini. Inizialmente la regista non sembrava essere interessata a fare film sulla questione femminile ,  sebbene presente anche nel suo “Mary Shelly, un amore immortale”. In seguito,  grazie all’attenzione avuta dalle sue opere, la Mansour ha sentito l’urgenza di far conoscere al mondo le problematiche di cui soffre il “sesso debole” del suo paese. Per i suoi lavori Haifaa al Mansour ha ricevuto lettere d'odio, critiche e accuse di ostilità alla religione, argomenti che lei puntualmente rifiuta.  La Mansour ritiene tuttavia che l’Arabia Saudita debba assumere una visione più critica verso determinati aspetti della propria cultura e, su questo versante, non sono pochi i cittadini che la incoraggiano a parlare di temi solitamente considerati tabù. Grazie anche alla Mansour,  che portò a Venezia “La bicicletta verde” oggi in Arabia Saudita le donne possono usarla e possono guidare l’automobile.

Regia: Haifaa Al-Mansour

Cast: Mila Al Zahrani, Nora Al Awadh, Dae Al Hilali

Genere: Commedia drammatica, colore

Durata: 101 minuti

Produzione: Arabia Saudita, 2019

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Il passato è nei sogni

Il passato non passa ci si inciampa sempre.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

La cultura dentro e fuori l’Accademia. Intervista a Julia Draganović

Abbiamo incontrato la neodirettrice di Villa Massimo, Accademia tedesca a Roma. Con lei abbiamo parlato di promozione culturale, del senso della Istituzione che guida e di come la cultura sia...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]