Martedì, 30 Giugno 2020 11:36

Poesia. Gisella Blanco “Melodia di Porte che cigolano”. Recensione

Scritto da

La nuova raccolta di poesie dell’autrice in uscita per la No EAP – Eretica Edizioni

E’ molto difficile, se non quasi impossibile, in questo periodo storico così travagliato e contradditorio, caratterizzato da ingiustizie sociali, iniquità, devastazioni ambientali, guerre e terribili malattie, proporre un libro di poesia. Si rischia di restare schiacciati da quello che, una volta, si sarebbe chiamato “Spirito del Tempo”, una pesante eredità storica che sa rendere grottesca ogni azione umana ingabbiandola nelle proposte consumistiche di una cultura di massa o, peggio, in una dinamica distorta in cui prevale la logica del profitto, del proprio egoistico interesse. In tal senso, la raccolta di poesie della palermitana Gisella Blanco, classe 1984, dal titolo emblematico “Melodia di porte che cigolano” per i tipi della No Eap – Eretica Edizioni (contributo grafico di Francesco Mitelli) appare, senza ombra di dubbio, una sfida coraggiosa e piena di un ardore che intende sfidare la pericolosa deriva di questi tempi, spesso molto oscuri. 

Sebbene in lei possiamo trovare, a tratti, qualche venatura un po’ troppo sognatrice che la spinge a calcare con enfasi sul verso isolato, sulla sonorità d’effetto, che già è stata esplorata e che purtroppo è stata abusata dall’ondata di quei nuovi poeti e scrittori di cui si è verificata, nonostante il pompaggio mediatico, la debolezza strutturale e di pensiero, non va affatto sottovalutata la ricerca di una sonorità espressiva del tutto unica, la genuinità di un lirismo pieno di cuore e di passione che gli fa penetrare il senso più profondo della parola a fare da grimaldello per spezzare quella catena di ipocrisie che ci imprigiona o, riprendendo il meraviglioso concetto poetico di Montale, per trovare “l’anello che non tiene” che possa disvelarci un mondo nuovo dove sia finalmente possibile ritrovare noi stessi.

Si legga, ad esempio, “Solitudini” dove ci ritroviamo “tra profughi ed eroi” a domandare “ a chi è disperso nel Tempo” il senso “di piccole gioie profonde”, mentre vaghiamo “raminghi, col sangue sul viso/del traghettatore d’un tempo”, oppure “Mare” dove ai nostri stanchi occhi appaiono versi di mirabile fattura che ci sorprendono per la loro profondità in quanto:“ Scaccia la salsedine con mani risolte/il marinaio stanco./La culla di nave non è casa/non è tomba(non è giaciglio o trastullo/non gli appartiene la seta di onde”. Ed, in effetti, siamo tutti come quel marinaio stanco, quel “Vecchierel bianco, infermo/ mezzo vestito e scalzo” come lo descrisse Giacomo Leopardi, in perenne viaggio, tra gioie e dolori, tra vittorie e sconfitte, alla ricerca di quell’approdo che ci era stato promesso, quelle “Magnifiche sorti e progressive” che non sono mai giunte perché frutto di una falsificazione, di una visione distorta della realtà. La sorte dell’Uomo è ben più amara e ci tocca aggrapparci alle nostre “piccole gioie” per dirla alla Gozzano, alla zattera malferma di Gercault per non sprofondare in un terribile naufragio. 

Nei versi di Gisella Blanco troviamo, dunque, quel sublime sentimento che si suggerisce una possibile via di uscita dallo scacco matto che ci è stato giocato attraverso la tenerezza di momenti unici che ci appartengono e che nessuno potrà mai strappare alla nostra anima, come in “Occhi”, “Sulle Labbra”, “Senza te” dove emerge chiaro e netto il battito del cuore di una poetessa di chiaro spessore e che, maturando, potrà donarci una chiave di lettura diversa del nostro “Essere nel Mondo” e, perché no, ispirare un movimento poetico del tutto diverso che sappia superare vincoli e preziosità lessicali di cui non si sente più il bisogno per contribuire alla costruzione di una proposta poetica nuova che possa farci osservare la realtà con occhi diversi.

Premi e Pubblicazioni di Gisella Blanco

  • 1996, Concorso regionale “I giovani, la forza del mondo”, Primo premio conseguito con la poesia “E’ vita”. Nell’occasione è stata conferita targa alla Scuola Media G. Marconi;
  • 1997, Concorso Internazionale di poesia “Cara Beltà” (Bologna), indetto in occasione del bicentenario della morte di G. Leopardi, è stato conseguito il secondo premio con la poesia “Amore Sublime” e la relativa pubblicazione;
  • 1998-1999, Concorso regionale “Scuola contro usura” (Agrigento), è stato conseguito, con la poesia “Ombra deforme”, il secondo premio ed è stata prodotta la targa per la scuola Liceo Classico G. Garibaldi di Palermo;
  • 2000, Concorso regionale promosso dal Comune di Carini (PA) in onore del Vice Questore Ninni Cassarà, vittima di mafia, è stato conseguito il secondo premio con il prosimetrum “Preghiera” con conseguente pubblicazione;
  • 2001, Concorso nazionale “Atheste – La letteratura dell’impegno” (Este, PD), è stato conseguito un diploma di Merito;
  • 2001, “Premio internazionale Cinque Terre” (La Spezia), è stata conseguita pubblicazione, in antologia, della poesia “Baci rubati”;
  • 2001, “Premio nazionale Il Golfo” (La Spezia), è stata conseguita pubblicazione, in antologia, della poesia “Anima nuda”;
  • 2002, è stata conseguita inclusione in antologia “Dizionario degli autori italiani del secondo Novecento” a cura ed edizone di “Helicon Edizioni”, con nota biografica e critica letteraria;
  • 2002, “Premio nazionale di poesia Il Golfo” (La Spezia) è stata conseguita targa artistica personalizzata per la silloge inedita “Assolo per anima e sensi”;
  • 2002, “Premio letterario internazionale Padus Amoenus”, è stato conseguito il primo premio con la poesia “Donna”;
  • 2002, “Concorso internazionale di poesia e narrativa Borgo Ligure”, è stata conseguita pubblicazione in antologia della poesia “Relitto”;
  • 2002, Concorso indetto dal mensile di satira umoristica “Brontolo”, è stato conferito il primo premio con la poesia “Come un bicchiere di vino rosso”;
  • 2003, La Helicon Edizioni richiede nuovi elaborati per l’inserimento nella pubblicazione “Storia della letteratura italiana”;
  • 2003, “Concorso letterario internazionale Mondolibro” (Roma), è stato conferito il primo premio con poesia inedita.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Mamma è tante cose

Cos’è una mamma?  Per chi non l’ha avuta è una stella. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

Romanzi e racconti

Note fuori margine. Decimo episodio: "Le piccole cose"

Note fuori margine. Decimo episodio: "Le piccole cose"

L'ultimo episodio di "Note fuori margine" affronta le "piccole cose" che fanno grande l'inclusione. L'inclusione, infatti, non è soltanto una bella parola, ma è un pensare e un agire quotidiano...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 77. La selezione ufficiale dei cortometraggi

Cannes 77. La selezione ufficiale dei cortometraggi

CANNES - Il comitato di selezione dei cortometraggi  per Cannes 2020 ha visionato  3.810 opere provenienti da 137 paesi diversi rispetto ai 4.240 dell'anno scorso.

Redazione - avatar Redazione

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Sport

Calcio, chi può vincere la Champions League?

Calcio, chi può vincere la Champions League?

Primi verdetti in Champions League, ancora presto per capire chi arriverà fino in fondo, ma certamente si può cominciare a dare un giudizio parziale sulle principali candidare a salire sul...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]