Giovedì, 08 Settembre 2011 11:00

Venezia 68. “Black Block”: parlano i sette massacrati al G8. La recensione. Il trailer

Scritto da

VENEZIA - Genova, 2001. E’ l’anno del vertice G8. Migliaia di manifestanti riempiono ogni angolo della città e si riversano in strada. Tra loro ci sono anche  i Black Block , i No Global, un simpatizzante di questi ultimi, Carlo Giuliani, rimasto ucciso in quell’occasione durante gli scontri con la polizia.

La città viene messa  a ferro e fuoco, gli scontri sono continui. Sin dalle prime immagini vengono riportate le scene di distruzione e devastazione che in quei tre giorni di Luglio di ormai dieci anni fa, sono rimaste impresse nella memoria collettiva.  Al G8 di Genova oltre alla morte di Carlo Giuliani, i disordini,  è legata anche la vicenda della scuola Diaz che il regista Carlo A. Bachschmidt ha voluto portare sugli schermi con questo suo film documentario,  dove a parlare e ricostruire, passo dopo passo, il caso sono gli stessi protagonisti, i 7 ragazzi, oggi adulti, vittime del pestaggio brutale che avvenne prima in quella scuola e poi nella caserma di Bolzaneto, dove furono trasportati in un secondo tempo.

Le loro testimonianze sono agghiaccianti. Descrivono nei dettagli tutto quello che hanno subito loro e tutti gli altri ragazzi che si sono trovati insieme per passare le notte alla Diaz, il clima di panico, le urla, i colpi continui contro le porte da parte della polizia per entrare nell’edificio. L’inferno si scatena intorno alle undici. A quell’ora c’è l’irruzione dei poliziotti. Stiamo vedendo un documentario, vediamo quindi  le immagini trasmesse in televisione riguardo le irruzioni, gli scontri, sono immagini toccanti, ma forse è ancor peggio quello che ognuno di noi sta immaginando nella propria mente mentre sente ogni storia raccontata dall’intervistato che ci parla da una stanza con pareti grigie, priva di mobilio.  Nel film noi non vediamo le scene di violenza di cui ogni persona è stata vittima, ci basta il solo racconto per avere davanti questo macabro spettacolo. Il potere delle parole ha superato quella di qualunque immagine. Alla vicenda della Diaz sono seguiti processi, i giovani pestati e torturati son stati sentiti e le loro testimonianze hanno permesso di individuare i responsabili. Ogni protagonista a distanza di anni è riuscito a ricostruirsi una vita,  a reagire, ma dentro di sé ha vivo il ricordo di quell’episodio e di quelle violenze, che ha lasciato un segno indelebile nell’anima. Alcuni di loro desiderano far ritorno a Genova, ma nessuno vuole dimenticare né vuole si ripeta mai più. E questa produzione, portata quest’anno a Venezia per la 68° edizione del festival, è il modo che il regista ha usato per dar loro la possibilità di far ricordare anche noi, ciò che non deve ripetersi per nessuna ragione.

Un film di Carlo A. Bachschmidt
Produttore associato Carlo A. Bachschmidt
Soggetti e sceneggiatura: Carlo A. Bachschmidt
Produzione Fandango
Prodotto da  Domenico Procacci
Fotografia:  Stefano Barabino, Harald Erschbaumer
Montaggio:  Alesandro Pantano
Musiche:  Francesco Cerasi
Durata: 76’
HD Colore

Intervistati: Ulrich Reichel (Muli), Lena Zuhlke, Niels Martensen, Mina Zapatero, Michael Geiser, Daniel Mc Quillan, Chabi Nogueras


Trailer

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]