Sabato, 10 Settembre 2011 00:34

Venezia 68. Leone d’oro alla carriera per Marco Bellocchio

Scritto da

LIDO DI VENEZIA (dal nostro inviato) -  Stasera in Sala Grande  Marco Bellocchio, ha ricevuto dalle mani di Bernardo Bertolucci, il Leone d’oro alla carriera. Parole affettuose che suonavano sincere da parte dei due grandi del cinema, ispirate dalla saggezza di chi la vita l’ha attraversata per tanti decenni. 

Bertolucci, pur in sedia a rotelle, aveva un viso radioso e non di circostanza. “Veniamo da due città vicine – ha raccontato il regista di   ‘Ultimo tango’ – Parma e Piacenza, diverse tra loro per storia e cultura. Marco è stato più appassionato del cinema free inglese, io della nouvelle vague. Ma entrambi abbiamo avuto brividi di psicoanalisi” Poi ha raccontato un aneddoto: “Anni fa all'Accademia di Brera sono stato avvicinato  da una persona adorante del pubblico, che mi ha detto: ‘ la seguo da sempre, dai tempi dei ‘Pugni in tasca’” . Risata generale tra i presenti in Sala Grande perché il film è il capolavoro di Bellocchio.  Bertolucci conclude: "Magari fossi stato capace di esprimere la stessa rabbia!"».
Marco Bellocchio il discorso, breve e interessante, ha preferito appuntarselo. Riprendendo proprio il tema della rabbia ha esordito: “Quando mi chiedono dove sia finita la mia rabbia,  rispondo che sono un  ribelle moderato. Un ribelle che ha rinunciato alla violenza. Le mie immagini sono cambiate perché la mia vita è cambiata, ma ho conservato una naturale inclinazione per chi è oppresso. La libertà è la cosa più preziosa per un artista: la libertà d'immaginazione”  Quella libertà, ha precisato il regista, che obbliga a rifiutare i luoghi comuni  che “ si devono  ai compagni se non si vuole essere considerati reazionari’’,  il coraggio cioé di non conformarsi.   La mattina ai giornalisti Marco Bellocchio aveva detto: “Sono ancora di sinistra, antiberlusconiano, ma si può essere di sinistra in molte maniere”
La serata era stata aperta dal corto di Pietro Marcello che ripercorreva la vita di Marco Bellocchio. Ha seguire il film “In nome del padre” del 1971, che Marco Bellocchio ha rivisitato in una versione lievemente più essenziale.  Infine  la conclusione a notte con una festa per il maestro sulla spiaggia dell’hotel Excelsior.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]