Mercoledì, 15 Ottobre 2014 21:53

26mo Praemium Imperiale. Premio per la scultura a Giuseppe Penone

Scritto da

Lamberto Dini alla consegna del 26mo Praemium Imperiale

Un segnale rassicurante dal mondo dell'arte: anche con risorse ridotte continua a prosperare

Per la prima volta tra i premiati un artista africano, il drammaturgo, attore e regista Athol Fugard – Il premio per la scultura a Giuseppe Penone, “figura di spicco del movimento dell'Arte Povera italiana”

TOKYO, 15 ottobre – Le arti visive e interpretative, nonostante le esigue risorse che oggi molti paesi riescono a dedicare alla loro promozione, continuano a prosperare:  lo ha affermato l'ex-presidente del Consiglio Lamberto Dini intervenendo alla cerimonia per la consegna del Praemium Imperiale ai cinque artisti cui è stato assegnato per il 2014, tra i quali lo scultore italiano Giuseppe Penone.

”Come ha di recente sottolineato il curatore e storico dell’arte Germano Celant (componente del Comitato italiano di nomina dei candidati al Praemium e presente alla cerimonia)  l’arte – ha proseguito Dini - espande la sua territorialità e diventa uno strumento che permette partecipazione democratica totale, senza discriminazione di ceto o di classe,  una vera espressione libera”. Per la prima volta tra i premiati - ha sottolineato - c'è un artista africano, l'82enne drammaturgo, attore e regista Athol Fugard, conosciuto nel mondo per i suoi appassionati film contro l’apartheid e per molte altre straordinarie pellicole e opere teatrali. Ed è significativo che quest’anno la Borsa di studio del Praemium Imperiale per Giovani Artisti sia stata assegnata alla Fondazione Zinsou del Benin, che promuove la cultura e l’arte africane offrendo ai giovani dell’Africa occidentale accesso gratuito allo studio delle arti.

Dini, uno dei sei consiglieri internazionali che presiedono i comitati di nomina,  ha affermato che la Japan Art Association, promotrice di quello che è oggi il più prestigioso premio delle arti, e gli esperti dei suoi  Comitati di selezione “possono andar fieri di avere individuato, in linea con l’obiettivo fondamentale di questo riconoscimento, artisti di talento che più di altri hanno dato un contribuito originale e duraturo per creatività e bellezza di espressione nel linguaggio delle arti. Senza dubbio i premiati di quest’anno – ha aggiunto - nel corso del tempo hanno ottenuto fama mondiale per la loro creatività artistica, e molto è stato scritto sulle loro affascinanti performances e sull’impressionante bellezza delle loro realizzazioni.”.

Oltre che a Giuseppe Penone per la scultura e al sudafricano Athol Fugard per il teatro-cinema, quest'anno i premi sono stati consegnati, alla presenza delle Altezze Imperiali principe e principessa Hitachi, al francese Martial Raysse per la pittura, allo statunitense Steven Holl per l'architettura e all'estone Arvo Pärt per la musica. Congratulandosi con i premiati, Dini ha sottolineato come  Giuseppe Penone sia “una figura di spicco nel movimento italiano dell’Arte Povera, termine coniato da Germano Celant, per l’ampio uso da parte degli artisti di materiali non convenzionali, come la pietra e gli alberi, al loro stato naturale. Le sorprendenti e possenti opere di Penone – ha proseguito l'ex-presidente del Consiglio - si trovano non solo nei musei e nelle gallerie in tutto il mondo ma anche per lunghi periodi nelle più importanti mostre retrospettive a Parigi, New York, Londra, Torino e, tra  altri, al Toyota Municipal Museum in Giappone”.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Verso l'eternità

Prigionieri nei limiti del tempo  accettiamo la vita  con l’angoscia  che tutto è temporale  non eterno. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]