Sabato, 17 Ottobre 2015 12:45

Chagall. Love and Life, la mostra a Catania

Scritto da
Chagall, Sopra la città, 1916 Chagall, Sopra la città, 1916

Un'esposizione di 140 lavori al Castello Ursino per entrare nel mondo poetico e fiabesco del grande artista

CATANIA. Chagall. Love and Life è la mostra di 140 opere di Marc Chagall, curata da Ronit Sorek, che sarà ospitata a Catania, presso le sale del Castello Ursino dal 18 ottobre 2015 al 14 febbraio 2016. Disegni, olii, gouache, litografie, acqueforti e acquerelli, suddivisi in otto sezioni tematiche, che disegnano una mappa artistica e spirituale del profilo dell’artista ebreo, tra i più amati  e innovativi del Novecento.

La mostra racconta la poetica di Chagall, influenzata dal grande amore per la moglie Bella e dal dolore per la sua prematura scomparsa, avvenuta nel 1944.

L’arte di Chagall rimane unica, pur nella sua commistione tra varie influenze, dall’originaria cultura ebraica a quella russa, all’incontro con la pittura francese delle avanguardie e sempre arricchita da nuove esperienze e suggestioni. Un’arte intrisa di un intimo bisogno di rivelare il sentimento profondo delle cose stesse al di là delle loro apparenze, restituendole dunque a una realtà spirituale che le trascende e le nobilita. Immagini irrazionali e fantasmagoriche opposte a una visione classica del mondo: esseri e cose, svincolati dalle leggi di gravità, fluttuano in balia della fantasia dell’artista, che non aderisce ad alcuna logica, se non quella della favola. Tutto è subordinato alla creazione di un effetto misterioso ma anche gioioso, concretizzato per mezzo della grazia della tinta, quella che Chagall definisce la “chimica” del colore. Nel mezzo di questo linguaggio fiabesco prende corpo il tema centrale dell’amore, così caro a Chagall. Il sentimento amoroso viene elevato dall’artista sul piano del mito, assumendo una dimensione universale e idealizzata.

Scrive Jean Cassou nel catalogo di una mostra retrospettiva del 1933 alla Kunsthalle di Basilea: «Per lo spirito religioso di Chagall, tutte le cose sono legate le une alle altre, nell’universo, e tutto vi si collega. Questo è l’insegnamento di Spinoza e della Cabala, che allorché un uomo e una donna sono insieme i cieli si rallegrano. Poiché il motore di questa attiva solidarietà universale è l’amore[…]».

Chagall, parafrasando il titolo del libro della moglie Bella, Le luci di Chagall, non è mai stato un “artista tormentato”, ha mantenuto fino alla fine della sua lunga esistenza ottimismo e gioia di vivere, che tutt’ora risplendono.

L’esposizione di Catania è stata prodotta da Arthemisia Group in collaborazione con l’Israel Museum. Fondato nel 1965, l’Israel Museum ospita collezioni di opere d’arte che attraversano la cultura ebraica dalla preistoria al contemporaneo. All’interno della collezione non poteva dunque mancare l’opera di Chagall, i cui lavori sono stati donati al museo dall’artista stesso, dalla figlia Ida e da sostenitori dell’istituzione che proprio quest’anno compie 50 anni e per l’occasione concede eccezionalmente i prestiti per la tappa catanese.

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Le parole

Le parole strumenti nelle nostre mani scritte ripetute vogliono essere comprese.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

La finestra dell'anima

C’è una finestra nell’anima mia m’affaccio per stupirmi nell’infinito rosso d’un tramonto che non esiste…..

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]