Sabato, 12 Dicembre 2015 19:07

L’arte diventa melodia in “Polifonia di un paesaggio”

Scritto da

ROMA - Arte in musica o per meglio dire “musica dell’arte”: così, si potrebbe definire l’allestimento sinergico, video, musica e pittura di Todd Williamson, artista contemporaneo di Los Angeles, in mostra a Napoli, presso Villa Di Donato, in piazza Sant’Eframo Vecchio.

“Polifonia di un paesaggio” si intitola la mostra personale di Williamson, a cura di Cynthia Penna, patrocinata dalla Regione Campania e dal Consolato Americano del Sud d’Italia, presentata dall’istituzione culturale ART1307, che ha già insignito il pittore, nato in Alabama, di un premio “per meriti artistici” nel 2010, apprezzandone l’estro innovatore.

Williamson è un artista multiforme, che riesce a fondere l’arte con la melodia, in virtù della sua approfondita conoscenza della musica, materia della sua tesi di laurea all’università Belmont in Tennessee, dove strinse un sodalizio artistico col compositore Greg Walter, che traduce in note originali, le sue pennellate in base all’intensità e alla robustezza del tratto. In effetti, l’artista suddivide le sue opere in tre diversi serie corrispondenti ad altrettante “intensità musicali”: “the frequency series”, “the grid series” e “the light series”.  A mutare è, appunto, la saturazione del colore e lo spessore delle pennellate, che gradualmente tendono ad assottigliarsi in un unico fascio di luce e tenui riflessi di colore. Il risultato consiste nell’alternanza tra tele vibranti di pathos e altre foriere di armonia: una sintesi sapientemente realizzata da tre melodie, eseguite con l’accompagnamento musicale del pianoforte, del violoncello e intonate dalla soave voce della mezzosoprano statunitense Janine Hawley.  La più toccante, a mio avviso è “I must dream”, in cui l’ampiezza vocale della Hawley raggiunge il suo acme.

Il concerto si è tenuto dal vivo il giorno dell’inaugurazione della personale, il 24 novembre presso Villa San Donato, alla presenza del compositore Greg Walter, della mezzosoprano Janine Hawley, della violoncellista napoletana Manuela Albano e dell’autore Todd Williamson, in contemporanea all’esposizione delle opere, commentate dall’art-director di ART 1307, Cynthia Penna. Fino al 10 gennaio a Napoli sarà possibile fruire della mostra, su appuntamento, prenotando via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Vi attende un’esperienza poli-sensoriale, di rara suggestione e completezza. 

Polifonia di un paesaggio – Todd Williamson

24 novembre 2015 – 10 gennaio 2016

a cura di Cynthia Penna

ART 1307 istituzione culturale

www.art1307.com  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Phone: +39 081660216 0re 9.30 -13.30

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]