Martedì, 13 Settembre 2016 17:30

MAXXI. “Francesco escalar – glamour ‘n soul”

Scritto da

ISTITUTO LUCE CINECITTA’ PRESENTA“FRANCESCO ESCALAR – GLAMOUR ‘N SOUL”

OMAGGIO A UN GRANDE FOTOGRAFO DI CINEMA E MODA ROMA, MAXXI MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO - SPAZIO D DAL 16 SETTEMBRE AL 16 OTTOBRE 2016  

Un artista della fotografia molto amato dalle star: Monica Bellucci, Margherita Buy, Isabella Ferrari, Sabrina Ferilli, Valeria Golino, Sophia Loren, Ornella Muti, Vittoria Puccini, Alba Rohrwacher ma anche dai grandi maestri ai quali ha dedicato la luce dei suoi memorabili ritratti

 

ROMA -  E’ stato un maestro nella fotografia tra i più amati dal cinema italiano e proprio con la luce speciale dei suoi ritratti ha lasciato un segno inconfondibile tra cinema e moda. Per questo Istituto Luce Cinecittà dedica un omaggio a Francesco Escalar ricordandolo a tre anni dalla sua improvvisa scomparsa.  ”Francesco Escalar – Glamour ‘n soul”  è Il  titolo della Mostra che sarà aperta al pubblico dal 16 Settembre prossimo,  nello Spazio D del MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, fino al 16 Ottobre: circa 70 le opere esposte, dedicate tra gli altri a maestri comeBernardo Bertolucci, Robert De Niro, Giuseppe Tornatore, Ferzan Ozpetek, al fascino di attrici come Monica Bellucci, Valeria Bruni Tedeschi, Valeria Golino, Asia Argento, Sabrina Ferilli e al talento di protagonisti come Stefano Accorsi, Christian De Sica, Giuseppe Fiorello, Alessandro Gassman, Kim Rossi Stuart, Carlo Verdone, molti dei quali hanno confermato la propria presenza in occasione dell’anteprima del 15 Settembre, riservata alla pre-inaugurazione con gli amici, i familiari ed i colleghi chiamati a rendergli omaggio insieme a moltissimi talenti del cinema e della moda che attendevano da tempo di ricordarloinsieme ai figli Federico, Giorgio e Riccardo e alla moglie Luigia Greco, curatrice della mostra e anche del volume pubblicato per l’occasione, edito da Skira e da Istituto Luce Cinecittà, con la prefazione diGabriele Muccino.      

Come scrive proprio Muccino, Francesco, attraverso i suoi scatti “ha segnato come un metronomo i nostri mutamenti, le nostre crescite, le nostre esistenze. Francesco ci lascia la vita degli altri catturata per sempre nei suoi scatti, a testimonianza e ricordo della sua arte e del suo amore per la vita…Non so dire quando esattamente lo incontrai ma”, scrive ancora Muccino, “Lo ricordo con la sua conoscenza, i suoi sorrisi, la sua cordialità … Francesco ha catturato nel suo obiettivo stagioni, generazioni intere del cinema italiano e le sue foto marcano stagioni intere dei nostri ultimi decenni”.

I ritratti ripercorrono la sua carriera in un allestimento suggestivo che prevede una retroilluminazione personalizzata delle singole opere grazie a mini led regolati individualmente, stampate su leggerissimo pvc poroso in formati di grandi dimensioni, fino a 2 metri x 3, così da esaltare l’utilizzo della luce in cui Escalar è stato un maestro.

FRANCESCO ESCALAR

Nato a Roma il 13 Aprile del 1963, Francesco è scomparso troppo presto, in una brutta giornata del 2013.  La sua passione per la fotografia risale agli anni dell’adolescenza: un’ispirazione nata dallo studio della luce, segno che lo distingue fin dal principio, per i riconoscibili riferimenti ai canoni classici della  pittura, sempre presenti nelle sue opere. Nell’incontro con i talenti del cinema, a seguito di numerosi viaggi (altre sue grandi passioni), la sua ricerca si è arricchita  e perfezionata. Nonostante le numerose proposte di lavoro dall’estero ha preferito non lasciare mai la sua città, dove ha dato vita ad una nuova “scuola” del ritratto contemporaneo: glamour ed elegante ma sempre molto naturale, lavorato con grande cura  e raffinatezza nei dettagli, che nel tempo lo hanno reso il preferito di moltissime attrici, disposte a lasciarsi riprendere solo da lui.

Escalar, molto richiesto anche per importanti campagne pubblicitarie dai grandi brand del lusso internazionale, ha sempre privilegiato la pellicola 6 x 6 mm rispetto al digitale e le  sue foto sono apparse sulle  più prestigiose riviste e pubblicazioni italiane ed internazionali.  Ha pubblicato tra le altre su Faces of Sport: Giorgio Armani,  Dolce & Gabbana: WildnessDolce & Gabbana: Hollywood, ha firmato le foto per i libri Michelangelo  Antonioni, lo sguardo estatico (a cura di Vittorio Giacci) eMonica Bellucci, autobiografia firmata dall’attrice.

Molti anche i ritratti di scrittori, giornalisti e cantanti realizzati per le cover dei loro libri o dischi. Nel 2002 espone alla Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma Il gene  del progresso, un’opera con dettagli di volti noti del mondo dello sport,  del cinema e della musica. Nel 2012 “Soul of stars” all’Auditorium del Parco della Musica durante il Festival internazionale del film di Roma: una serie di ritratti inediti di grandi artisti,  provenienti dal suo archivio privato.

LA MOSTRA

Istituto Luce Cinecittà, con questa mostra e il volume dedicato a Francesco Escalar, affida un ulteriore protagonista contemporaneo alla memoria collettiva, dopo le grandi esposizioni dedicate al maestro internazionale della fotografiaDouglas Kirkland ed al talento di Fabio Lovino: una conferma della sua vocazione per la valorizzazione delle opere cinematografiche e fotografiche di qualità di tutti i tempi, che rende possibile la conoscenza non solo del nostro passato, ma del talento italiano attraverso molte generazioni.

“Francesco Escalar – Glamour ‘n soul” è prodotta da Istituto Luce Cinecittà grazie al contributo del Ministero per i Beni e le attività Culturali – Direzione Generale Cinema. Media Partner la rivista GRAZIA. Curata da Luigia Greco Escalar. Organizzata da Camilla Cormanni per Istituto Luce Cinecittà, allestimento della mostra a cura di Martino Crespi. Pubbliche relazioni: Suite 19 PR di Eleonora Pratelli. Supporto logistico: Suma Events.   

Per il pubblico: ingresso libero - orari e biglietti: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì,

domenica: 11-19; sabato 11-22       lunedì chiuso

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Nell'anno del Signore

Roma di secoli fa bella e ruffiana dove le donne con occhi assassini affacciate alle finestre curiose e ciarliere si davano del tu con le ciociare.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]