Venerdì, 14 Ottobre 2016 18:28

“Firenze 1966-2016. La bellezza salvata” la mostra dedicata all’alluvione del ‘66

Scritto da

FIRENZE - La mostra “Firenze 1966-2016.La bellezza salvata” si farà. Il Comitato di coordinamento degli eventi del 50esimo dell’alluvione in queste ore ha definito un’intesa con l’Associazione MetaMorfosi, la Regione Toscana e la Città Metropolitana di Firenze al fine di realizzare il grande evento curato da Cristina Acidini con Elena Capretti, che racconta gli effetti dell’alluvione sui beni culturali della città, il lavoro di restauro e di recupero di molte opere d’arte, e tutto il contesto che si è mosso per la salvaguardia dell’arte e della cultura dopo il 4 novembre del 1966.

Sulla base di quest’intesa Metamorfosi si farà carico dell’organizzazione della mostra, grazie anche all’intervento di una società privata e a quello della Regione Toscana. La Città Metropolitana di Firenze metterà a disposizione della mostra gli spazi di Palazzo Medici Riccardi (già sede del Museo Mediceo devastato dall’alluvione) e supporto di comunicazione.

Cristina Acidini ha dichiarato in proposito: «Sono lieta che si siano create le condizioni di fattibilità per una mostra speciale, che racconta al grande pubblico l'epopea del danno e del recupero di un patrimonio culturale unico al mondo. Tutte le istituzioni colpite nel '66 hanno aderito al progetto espositivo promosso dal comitato Firenze Toscana 2016, fissando una formidabile memoria collettiva per i giovani di oggi e di domani». 

Il Governatore della Toscana Enrico Rossi ha detto che «La Toscana non poteva fare a meno, accanto alla memoria del 4 novembre, di sottolineare quanto quel tragico evento mise a repentaglio i capolavori dell’arte e della cultura di una città conosciuta nel mondo prima di tutto per questo. Sono lieto che il nostro intervento, insieme a quello di privati sensibili, possa mostrare lo straordinario lavoro di restauro e di recupero compiuto in questi cinquant’anni e segnalare a tutti quanto la messa in sicurezza del territorio sia una priorità strategica per tutto il nostro Paese». 

Dario Nardella, sindaco della Città Metropolitana di Firenze ha invece sottolineato «Con la conferma della mostra si completa un programma di eventi davvero straordinari con i quali Firenze si appresta a celebrare il 50esimo anniversario dell’alluvione. La mostra sul restauro sarà insieme un veicolo per il ricordo e la valorizzazione di un patrimonio di professionalità e competenze straordinarie per Firenze»

Pietro Folena, Presidente di MetaMorfosi, ha aggiunto che «È nelle corde della nostra Associazione prendere delle iniziative di interesse generale. Ci fa piacere che la nostra proposta volta a salvare questo splendido progetto preparato da lungo tempo sia stata accolta».

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]