Lunedì, 03 Aprile 2017 13:22

Il primo GRAND DEBALLAGE di Roma

Scritto da

ROMA - Arriva a Roma, nel fine settimana del 7-8-9 aprile p.v.,  il primo GRAND DEBALLAGE, la famosa manifestazione di tradizione francese già molto seguita anche in Inghilterra e all’estero, dove gli oggetti di antiquariato e modernariato vengono sballati davanti agli occhi dei potenziali acquirenti senza passare per tante mani.

Ospitata al Guido Reni District, ex caserma a pochi passi dal Maxxi, in uno spazio di oltre 3000 metri quadri al coperto, la manifestazione si propone come una maratona di tre giornate di festa dedicate a chi ama il bello ed è in cerca di curiosità e oggetti introvabili. 



HAI MAI COMPRATO LA LUNA? è infatti il leitmotiv dell’iniziativa, per la prima volta rivolta non solo ai mercanti del settore: "Se la Luna non è in vendita (e poi chissà?..) – commenta Fabio Di Gioia, ideatore dell’evento -  resta comunque la provocazione: la possibilità di innamorarsi di qualcosa che si è vista per sé o per regalarla, contrattando con tenacia per rendere reale un sogno piccolo o grande".  
"In un panorama italiano in cui le grandi fiere si tengono ai confini delle grandi città e in cui da oltre 20 anni a Roma non si organizza nulla del genere – continua il curatore Marco Pecora – abbiamo pensato di offrire a tutti una preziosa opportunità per vedere da vicino e acquistare oggetti rarissimi di antiquariato. Garanzia questa, di poter concludere veri affari e di poter scegliere l’oggetto del desiderio…".



Nell’elenco degli espositori risultano nomi come Santolini, che metterà sul mercato una rarissima maxi-tela commissionata dal Cardinale Ottoboni per il Palazzo della Cancelleria, e la restauratrice Sara Penco, autrice dell’omonimo brevetto per carpire i falsi nelle opere d’arte, che eseguirà un restauro dal vivo ed esporrà le opere più importanti da lei riportate a splendore. Dalla Sicilia arriverà Giulio Torta con quadri e preziosi d'alta epoca; da Roma Roberto Gallo, storico importatore di mobili e oggetti d'arte e China Art con antiquariato cinese e tibetano; poi Massimo Luciani di Orvietoart - antichità da giardino e mobili d'alta epoca; Mario delli Compagni e Francesco Cardonedall'Abruzzo con mobili e oggetti d'arte dal Rinascimento al tardo gotico; dal Veneto lampadari e accessori di Murano e tanto altro sopratutto nel campo dell'arte pittorica italiana sei-settecentesca e delle porcellane di lusso, da Se'vres a Meissen, Delft e Ginori Doccia.



Le porte si aprono ufficialmente al pubblico dalle 14 di venerdì 7 ma il giorno prima, dalle 8 a mezzanotte del 6 aprile, i professionisti del settore potranno fare affari “au cul du camion” al prezzo di déballage con la mercanzia scesa e non ancora esposta.



Momenti di formazione e gioco per i piccoli antiquari verranno offerti ai bambini fino agli 11 anni che sabato e domenica mattina avranno la possibilità di portare i giochi che vogliono vendere (pre-accettati dall’organizzazione) ed acquistare ad una mini-asta “educational” con tanto di paletta e running altri passatempi ludici. I piccoli mercanti (iscrizione consentita fino ad un massimo di 30 partecipanti) saranno istruiti sulle regole di partecipazione ad un’asta da Luciano Carnaroli, uno dei più stimati professionisti del settore, ed avranno ognuno un minuto a disposizione per descrivere l’oggetto, il motivo per cui lo si vuole vendere ed invogliare all’acquisto dello stesso. Le famiglie potranno assistere, fare foto e video, ma ovviamente non intervenire alla battitura. 



Un’altra asta si svolgerà invece la sera dell’inaugurazione: ad essere proposti per l’acquisto saranno oggetti di antiquariato o di modernariato donati dai convenuti (previo invio di foto e selezione degli stessi da parte della segreteria della manifestazione). 



Sia parte di giocattoli che i proventi dell’asta inaugurale saranno rivolti alla Piccola Famiglia, associazione onlus che svolge da anni la sua attività nel campo dell’assistenza a portatori di handicap, disabili in genere, infermi affetti da malattie croniche e non, con particolare attenzione ai bambini e ai giovani.



Visto l’obiettivo di poter trovare proprio di tutto a prezzi ineguagliabili, è prevista anche una zona per il GARAGE SALE, formula che analogamente trova sempre molti riscontri sul mercato estero: quando ci si trasferisce, si mette infatti generalmente in vendita tutto ciò che non servirà nella nuova abitazione, trasportando gli oggetti nel garage e chiamando tutti gli amici ad un happening conviviale offerto dal venditore e incentrato sul “fuori tutto”. I privati interessati a partecipare a questa iniziativa potranno iscriversi o richiedere informazioni in dettaglio contattando l’infoline del sito.



Da visitare, all’interno dei padiglioni, anche una mostra allestita per l’occasione dal collezionista Gianni Brandozzi sull’antica cartografia di Roma: pezzi unici ed introvabili per la prima volta esibiti tutti insieme.



Infine, per chi vorrà concedersi una pausa di ristoro tra uno stand e un altro, sarà sempre a disposizione lo street-food di qualità previsto dagli organizzatori. 

 



LE GRAND DEBALLAGE DI ROMA – IL PROGRAMMA

Venerdì 7 aprile - ore 18.30
Area Antica Cartografia
Vernissage
Asta di beneficenza e baratto libero (2 oggetti/invitato)
inizio asta ore 19.00
Ingresso su inviti

Sabato 8 e Domenica 9 aprile
Area Antica Cartografia
Asta Educational per bambini
Partecipazione fino agli 11 anni.
Ore 10 - Consegna giocattoli (solo preaccettati)
Incontro con i Battitori e assistenti per le regole.
Iscrizione max 30 bambini
Ore 11 – Inizio asta
A seguire: Mini rinfresco
Ore 12  (Domenica 9 aprile)
Consegna ufficiale soldi raccolti e giocattoli donati dai bambini a Piccola Famiglia Onlus.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Notte taciturna

Ricordo quella luna incantata e il dolce languore di una confidenza bisbigliata nel confessionale del cuore.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]