Venerdì, 21 Settembre 2018 16:58

Fumetti. Al via i Romics

Scritto da

Presentata alla stampa la XXIV edizione. Tra i premiati con il Romics d’Oro, Marco Gervasio e Chris Warner. Tra gli altri ospiti, Simonetta Agnello Hornby. 

E’ stato presentato mercoledì alla Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni di Roma il programma della XXIV edizione del Romics, festival dedicato al mondo dei fumetti, del cinema e dei videogiochi, ormai divenuto un appuntamento fisso per oltre duecentomila persone all’anno. 

LE PAROLE CHIAVE

Quest’anno, il Romics conterà al suo interno tre tematiche, come racconta la direttrice artistica dell’evento, Sabrina Perucca. “La magia grafica, le grandi storie, i temi dell’attualità, queste le parole chiave della XXIV edizione di Romics. Grandi autori premiati con il Romics d’Oro, prestigioso premio alla carriera assegnato ai grandi protagonisti del nostro immaginario, nel format trasversale distintivo di Romics, mondi artistici che si confrontano e che rappresentano per il pubblico un’occasione unica ed imperdibile di approfondire e scoprire nuovi universi”.

I PREMIATI

Il Romics d’oro, appunto. A ricevere questo premio, saranno tre importanti nomi della scena del fumetto, della moda e della brand communication a livello internazionale. 

La prima premiata, infatti, è  la francese Charlotte Gastault. Classe 1974, ha iniziato a disegnare sulle riviste femminili, per poi pubblicare il suo primo libro nel 2001. Nel 2014 scrive, disegna e pubblica con Charlotte Moundillic “Le grand voyage de mademoiselle Prudence, Poucette et Peau d’âne” (ed. Flammarion). I suoi libri sono editi in italiano da Gallucci, per la quale uscirà ad ottobre “Giselle”, che sarà presentato in anteprima proprio durante il Romics. È anche un’esperta di brand communication, con all’attivo collaborazioni importanti con Fendi (che nel 2016 ha scelto le sue illustrazioni per la collezione Haute Couture), Cacharel, L’Occitane. Nel 2017, la disegnatrice ha lanciato una sua marca di foulard di seta a tema animale, la “Charlotte Gastault Collections”.

Segue, dunque, l’Italia con Marco Gervasio, autore romano con laurea in Economia e commercio ma il fumetto nel sangue, scoperto dal disneyano Giovan Battista Carpi, è  in forze da diversi anni alla Walt Disney Company e creatore dei personaggi di Fantomious e Papertotti (rivisitazione in chiave paperopolese dell’ex capitano dell’AS Roma, di cui il disegnatore è un tifoso). Dal 2013 lavora anche sulla serie a fumetti dedicata agli “Angry Birds”. Insegna alla Scuola Romana dei Fumetti.

Da una leggenda all’altra. Il terzo premiato di quest’anno, infatti, sarà Chris Warner, statunitense, leggendario autore di “Predator”, “Alien Vs. Predator”, “Alien Vs. Predator: War”, “Black Cross”, “Barb Wire” e di diverse storie di Terminator, Batman e Moon Knight. La sua partecipazione arriva in concomitanza con l’uscita italiana nelle sale cinematografiche di “The Predator”, che è il quarto film dedicato alla saga, reboot del primo, uscito nel 1987. 

LE ALTRE SPECIAL GUEST

Oltre ai premiati, è ricco anche il cast di special guests che interverranno durante tutti i quattro giorni del festival. Tra questi, particolare importanza riveste Simonetta Agnello Hornby, che, intervistata da Antonio Ranalli,  presenterà il suo nuovo romanzo, “Rosie e gli scoiattoli di St. James” (Giunti), scritto a quattro mani con il figlio George Hornby e illustrato da Mariolina Camilleri, anch’essi tra le presenze confermate. Spazio anche ai racconti di Paolo Barbieri, autore del logo di questa edizione, alle interviste di Bruno Luverà  a Otto Gabos e Paolo Parisi (che presenteranno le loro biografie a fumetti “Egon Schiele. Il corpo struggente”, e “Basquiat”). Ci sarà spazio anche per il genere fantasy, con Marco M. Bucci e Jacopo Camagni, che presenteranno il nuovo romanzo legato alla loro serie a fumetti “Nomen Omen- The Fall”, e per il giallo con Marcello Simone, Matteo Strukul e Romano De Marco, protagonisti della serie di incontri intitolata “Sulle Tracce del… fumettista”. Tra le star del web, confermata la presenza del Signor Distruggere e di Sigh Tanc.

I FUMETTI, LA GUERRA, L’IMMIGRAZIONE

Quest’anno, il Romics sarà anche l’occasione per fare una riflessione su avvenimenti passati e recenti. Ricorre il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale. Il Romics ricorderà questa ricorrenza con un dibattito, “Trincee e Nuvole – la Grande Guerra nel fumetto”, in cui intervengono Alessandro Bottero e Giuseppe Pollicelli.  Cadono anche cinquant’anni dalle rivoluzioni studentesche del 1968, e questo verrà ricordato da Luca Valtorta, che intavolerà una conversazione con Riccardo Casini, che presenterà il suo ultimo lavoro, intitolato Gli anni migliori” (Tunué), e Gianfranco Manfredi, autore di “Cani sciolti” (Sergio Bonelli Editore). Gli occhi, quindi, saranno spostati sugli avvenimenti recentissimi legati agli imponenti fenomeni migratori, come mostrato dalla vicenda della nave Acquarius, la cui odissea verrà raccontata a fumetti da Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso nel loro lavoro, intitolato Salvezza. 

DIABOLIK SECONDO ZANIBONI

Non poteva, ovviamente, mancare una finestra su quello che può essere considerato come il re dei ladri delle strisce a fumetti e ad uno dei suoi disegnatori più conosciuti. Il festival, infatti, intende rendere omaggio a Sergio Zaniboni, uno dei disegnatori più amati di Diabolik, con un incontro dal titolo “Diabolik visto da Sergio Zaniboni”, condotto da Giancarlo Soldi, in cui interverranno Mario Gomboli e Giuseppe di Bernardo.

30 ANNI DI PIXAR

Durante l’evento, verranno anche ricordati i trent’anni di animazione della Pixar, attraverso una lecture con Elyse Klaidman, responsabile archivi della casa cinematografica statunitense, curatrice con Maria Grazia Mattei della mostra ospitata proprio al Palaexpo.

ROMICS COSPLAY AWARD

Per finire, l’immancabile appuntamento con il premio al miglior cosplay, lasciapassare nazionale per le gare mondiali del World Cosplay Summit di Nagoya (JP) e la Yamato Cosplay Cup International di San Paolo (BZ), oltre ad un appuntamento pensato appositamente per i più piccoli  con Francesca Pace (alias Fiore di Luna), Andrea Franchini (Jack Sparrow) e la mascotte dell’evento, Lupics.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Speech Art

La cultura dentro e fuori l’Accademia. Intervista a Julia Draganović

Abbiamo incontrato la neodirettrice di Villa Massimo, Accademia tedesca a Roma. Con lei abbiamo parlato di promozione culturale, del senso della Istituzione che guida e di come la cultura sia...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]