Venerdì, 24 Febbraio 2012 16:16

Mostra fotografica "Marocco"

Scritto da

ROMA - E' un Marocco ritratto in tutta la sua selvaggia bellezza quello che dodici appassionati di fotografia, in collaborazione con l'associazione culturale Prospettiva 8, portano in scena nella mostra allestita presso Villa De Santis, in via Casilina 675.

Trentasei scatti che sorprendono, colpiscono, commuovono, incantano. Se è vero che in ogni foto si può trovare lo sguardo dell'autore sul mondo, questo gruppo di aficionados dell'arte fotografica non delude le aspettative e regala al pubblico un caleidoscopio di emozioni.


E' come se ogni scatto fosse una piccola finestra sul regno del Marocco, tanto suggestive sono le istantanee che imprimono nella mente la natura, le persone e le scene di vita nel sud dello stato africano. E allora capita di rimanere assorti nel vedere una radio, protagonista di un'alba nel deserto. Oppure di essere catturati dagli occhi di una donna, che attende il suo turno di ingresso nella moschea. E poi c'è la natura: immensa, fiera, incontaminata come solo in Africa si può trovare. Ci si smarrisce seguendo un uomo che cammina nelle dune del deserto. Ci si chiede dove staranno andando le due donne, sorridenti, di cui un edificio bianco cattura l'ombra, mentre gli occhi di un'anziana signora, sul camion che la porterà a vendere i suoi oggetti in un altro mercato, ci interrogano sui destini del mondo. Lasciandoci senza risposta.
Una mostra che è un viaggio chiamato emozione. Il lavoro dei dodici fotografi cattura lo sguardo del pubblico e lo conduce in un territorio incontaminato, dove le suggestioni si fanno sostanza e l'esperienza diviene condivisione. Nell'animo resta la voglia di partire per quelle terre lontane o di tornarci, con occhi diversi, per assaporarne la cultura e coglierne le molteplici sfumature.

Dal 22 al 29 febbraio presso Villa De Santis, via Casilina 675, Roma.
Il ricavato delle vendite del catalogo della mostra sarà interamente devoluto all'Associazione di donne "Sidi Ali les Nasij", che opera in un villaggio vicino a Rissani, alle porte del deserto.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

“Scusa la domanda principe della peste: dove te ne vai adesso?”Con questa domanda nel 1958 Mao Zedong concludeva una delle sue poesie, intitolata “Addio al dio della peste”.  Attraverso versi...

Carlotta Pompei - avatar Carlotta Pompei

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Takis, azienda italiana di Castel Romano, è l'unica in Italia e la prima in Europa pronta a testare il suo vaccino Covid-19 su modelli  

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]