Venerdì, 14 Ottobre 2016 18:28

“Firenze 1966-2016. La bellezza salvata” la mostra dedicata all’alluvione del ‘66

Scritto da

FIRENZE - La mostra “Firenze 1966-2016.La bellezza salvata” si farà. Il Comitato di coordinamento degli eventi del 50esimo dell’alluvione in queste ore ha definito un’intesa con l’Associazione MetaMorfosi, la Regione Toscana e la Città Metropolitana di Firenze al fine di realizzare il grande evento curato da Cristina Acidini con Elena Capretti, che racconta gli effetti dell’alluvione sui beni culturali della città, il lavoro di restauro e di recupero di molte opere d’arte, e tutto il contesto che si è mosso per la salvaguardia dell’arte e della cultura dopo il 4 novembre del 1966.

Sulla base di quest’intesa Metamorfosi si farà carico dell’organizzazione della mostra, grazie anche all’intervento di una società privata e a quello della Regione Toscana. La Città Metropolitana di Firenze metterà a disposizione della mostra gli spazi di Palazzo Medici Riccardi (già sede del Museo Mediceo devastato dall’alluvione) e supporto di comunicazione.

Cristina Acidini ha dichiarato in proposito: «Sono lieta che si siano create le condizioni di fattibilità per una mostra speciale, che racconta al grande pubblico l'epopea del danno e del recupero di un patrimonio culturale unico al mondo. Tutte le istituzioni colpite nel '66 hanno aderito al progetto espositivo promosso dal comitato Firenze Toscana 2016, fissando una formidabile memoria collettiva per i giovani di oggi e di domani». 

Il Governatore della Toscana Enrico Rossi ha detto che «La Toscana non poteva fare a meno, accanto alla memoria del 4 novembre, di sottolineare quanto quel tragico evento mise a repentaglio i capolavori dell’arte e della cultura di una città conosciuta nel mondo prima di tutto per questo. Sono lieto che il nostro intervento, insieme a quello di privati sensibili, possa mostrare lo straordinario lavoro di restauro e di recupero compiuto in questi cinquant’anni e segnalare a tutti quanto la messa in sicurezza del territorio sia una priorità strategica per tutto il nostro Paese». 

Dario Nardella, sindaco della Città Metropolitana di Firenze ha invece sottolineato «Con la conferma della mostra si completa un programma di eventi davvero straordinari con i quali Firenze si appresta a celebrare il 50esimo anniversario dell’alluvione. La mostra sul restauro sarà insieme un veicolo per il ricordo e la valorizzazione di un patrimonio di professionalità e competenze straordinarie per Firenze»

Pietro Folena, Presidente di MetaMorfosi, ha aggiunto che «È nelle corde della nostra Associazione prendere delle iniziative di interesse generale. Ci fa piacere che la nostra proposta volta a salvare questo splendido progetto preparato da lungo tempo sia stata accolta».

 

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077