ROMA - L’Orso d’Oro all’ultimo Festival del cinema di Berlino è un film sul riscatto e sulla libertà. Diretto da Paolo e Vittorio Taviani, “Cesare deve morire” racconta la storia di un gruppo di detenuti del carcere di Rebibbia a cui viene proposto di portare in scena la tragedia di Shakespeare “Giulio Cesare”.

Published in Cinema & Teatro

ROMA - «La storia delle donne in Italia e del femminismo non può essere studiata senza la conoscenza dell’opera e dei film della regista Rosalia Polizzi”.

Published in Cinema & Teatro

ROMA - Gli ingredienti di The woman in black sono quelli classici di una storia di fantasmi: l’ambientazione nella tarda Inghilterra vittoriana, Arthur Kipps, ovvero un eroe introverso e in lutto, una casa vecchia, vuota e isolata, gli abitanti del villaggio superstiziosi ed ostili, un tragico passato da scoprire, e infine ovviamente dei bambini, che vedono cose che noi non vediamo e che si dirigono verso la finestra.

Published in Cinema & Teatro

ROMA - Simin, una moglie, ha finalmente ottenuto per se e per la famiglia il visto per lasciare l’Iran, ma Nader, il marito, non ci sta, non vuole insegnare alla figlia dodicenne che è giusto fuggire, si rifiuta di lasciare lasciare la patria e di abbandonare il padre affetto da Alzheimer.

Published in Cinema & Teatro
Lunedì, 27 Febbraio 2012 14:37

Tutti gli oscar 2012

LOS ANGELES . - 'The Artist' il dominatore degli Oscar 2012: la pellicola che fa rivivere l'era del muto, in bianco e nero e su schermo ridotto come volevano i canoni dell'epoca, si e' aggiudicata infatti i premi per il migliore film e per la migliore regia con Michel Hazanavicius, quello per il migliore attore protagonista con Jean Dujardin, primo francese a conquistare tale riconoscimento, e infine quelli per la migliore colonna sonora e i migliori costumi.

Published in Cinema & Teatro

CANNES -   Un incredibile caso politico, al quale speriamo il cinema dia una soluzione portandolo alla ribalta, è “The Cuban Wives”, film di Antonio Alberto Dandolo, che ricostruisce le vicende di  cinque sventurati cubani in carcere negli Stati Uniti dal 1998,  accusati (infondatamente e quindi ingiustamente secondo non soltanto i loro difensori) di attività antiamericane.

Published in Cinema & Teatro

ROMA - Dimenticate Il giovane Holden. Dimenticate il personaggio di Salinger stampato come un marchio sulla locandina di Un giorno questo dolore ti sarà utile, il nuovo film di Roberto Faenza tratto dal romanzo omonimo di Peter Cameron.

Published in Cinema & Teatro

ROMA -  La seconda edizione di “Rendez-vous - Appuntamento con il nuovo cinema francese”, si svolgerà a Roma dal 17 al 22 aprile 2012 organizzato dall’Institut français Italia in collaborazione con Unifrance su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia e del suo nuovo rappresentante Alain Le Roy.

Published in Cinema & Teatro

Hysteria ci porta nella Londra del 1880, in cui il giovane dottor Granville, promotore della
nuova scienza medica, si scontra con una classe medica vecchia e bigotta, tanto che per lavorare
deve rivolgersi a degli studi privati, finendo a fare l’assistente al Dr. Robert Dalrymple,
specializzato nella cura dell’isteria. L’Hysteria era allora una facile diagnosi, a cui si ricorreva
indiscriminatamente e che finiva con il comprendere i più diversi sintomi femminili. Una delle
cure previste, fin dal II sec. a.c., era la frizione costante dei genitali femminili, applicata da mani
sapienti di medici zelanti, fino al raggiungimento di quello che noi chiameremmo orgasmo, ma che
nell’Inghilterra vittoriana, in cui alle donne non era riconosciuta la possibilità di provare piacere,
veniva chiamato con termine medico, parossismo.

l giovane dottor Granville si butta a capofitto in questa nuova occupazione e le sue capacità
terapeutica attira subito una nuova e scelta clientela. Ma portare metà delle donne di Londra al
parossismo può essere faticoso e al povero Robert vengono i crampi alle mani: per fortuna in suo
aiuto interviene Lord Edmund, novello Wilde, che applica al problema tutte le sue conoscenze
tecnologiche. Nasce così il martello di Granville.

Hysteria è una commedia brillante e spassosa, con una sceneggiatura che, pur riprendendo fatti
realmente accaduti, si concede il gusto di sottili doppi sensi, senza mai cadere nella volgarità, e
non era facile dato l’argomento. Gli attori sono bravi, a partire da Hugh Dancy, ottimo nella parte
dell’uomo di scienza imbranato.

Hysteria è un vero e proprio film in costume, ben ricostruito, che descrive il secolo del progresso
scientifico e sociale, dove i diritti delle donne sono come i germi, esserini invisibili scoperti da
poco e guardati con scetticismo dai più. E’ fin da quando Ippocrate attribuì l’isteria a migrazioni
dell’utero che la storia di questa malattia è legata a quella dei diritti delle donne, e la piccola
isteria, qui descritta, non andrebbe confusa con quella che veniva chiamata Grande isteria, che
comprendeva sintomi assai più gravi e che fino alle scoperte di Freud e Breuer poteva essere curata
anche con la rimozione chirurgica dell’utero, come viene pure ricordato.

Il film ha la struttura di una commedia romantica, aspetto su cui i maschietti sapranno
soprassedere dato l’argomento, che solo chi è affetto da pruderie definirebbe scabroso, anche se
comunque non vi consigliamo di vedere il film insieme alla cara e vecchia zia suora.

CAST ARTISTICO
Hugh Dancy ... Dr. Mortimer Granville
Maggie Gyllenhaal ... Charlotte Dalrymple
Jonathan Pryce ... Dr. Robert Dalrymple
Felicity Jones ... Emily Dalrymple
Rupert Everett ... Lord Edmund St. John-Smythe
Sheridan Smith ... Molly the Lolly

Cast tecnico

Diretto da Tanya Wexler
Scritto da Stephen e Jonaha Lisa Dyer
Costumi: Nic Ede
Scenografia: Sophie Becker
Fotografia: Sean Bobbit
Montaggio: Jon Gregory

 

Hysteria - Trailer

Published in Cinema & Teatro

TORINO - Stasera giovedì 23 febbraio alle ore 20.30 presentazione, in anteprima per Torino, del documentario "Cantacronache. 1958-1962: Politica e Protesta in Musica" di Michele Bentini, Sandra Cassanelli, Liviana Davì, Elisa Dondi, Rossella Fabbri, Chiara Ferrari, Sara Macori, Alice Tonini.

Published in Cinema & Teatro

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Le parole

Le parole strumenti nelle nostre mani scritte ripetute vogliono essere comprese.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

La finestra dell'anima

C’è una finestra nell’anima mia m’affaccio per stupirmi nell’infinito rosso d’un tramonto che non esiste…..

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]