Giovedì, 01 Ottobre 2015 19:13

Documentario. Born the USE. La risposta a decenni di violenze ecologiche e sociali

Scritto da

ROMA - Dopo un lungo giro di successi in Messico e in Sud America  Born the USE, nato negli Stati Uniti d’Europa, il documentario prodotto da Renzo Rossellini e Michele Diomà e diretto dallo stesso Diomà, e che vede l’ultima apparizione del maestro Francesco Rosi, arriva in Italia direttamente  al Festival Internazionale del documentario di Taranto dove sarà presentato da Roberta Torre Venerdì 2 Ottobre e subito dopo a Trieste al Festival del cinema Latino Americano (17/25 Ottobre) insieme all’intervista che Renzo Rossellini realizzò con Allende poco prima del golpe.

Un film nato con l’idea di riportare il cinema, racconta Michele Diomò, protagonista di temi sociali e ad essere una risposta ai drammi, spesso taciuti, di molti paesi compreso quelli Europei. 

Un meta-documentario che utilizzando lo schema narrativo del reportage, raccoglie le testimonianze del Maestro Francesco Rosi, dei premi Oscar Giuseppe Tornatore e Luis Bacalov, del produttore cinematografico Renzo Rossellini e di Donald Ranvaud. Punto di partenza di questo viaggio è proprio la grande lezione di Roberto Rossellini, che con i suoi capolavori non esitò ad utilizzare il cinema come strumento di indagine sociale. Con Born in the U.S.E. il regista Michele Diomà prova a capire se quell’importante lezione sia stata oggi del tutto dimenticata.

Il film è costruito come un work in progress, che vede come attori principali proprio Renzo Rossellini e Michele Diomà. Allo spettatore è offerta la possibilità di spiare la fase di preparazione del reportage e contemporaneamente di vedere l’inchiesta. Un’architettura narrativa che si ispira proprio al grande cinema di Francesco Rosi, che in Born in the U.S.E. rivela per la prima volta alcuni particolari che gli permisero di realizzare Le mani sulla città ed Il caso Mattei .

“Sono molto felice di poter presentare in Italia il nostro film “, ci dice Michele Diomà. “Attraverso la poesia del cinema si può dare una risposta a decenni di violenze ecologiche e sociali perpetrati dalla pessima politica a scapito dei cittadini.”

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Opinioni

Un’ora d’aria, anzi di Musica. Il lavoro dei grandi compositori entra in carcere…

Il Coro Gesualdo a Rebibbia: “l’uomo non nasce “stonato” va semplicemente “ri-accordato”, affrancato e confortato” Sono le ore dieci e trenta di un venerdì qualsiasi e alla Casa di Reclusione di...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077