Cinema & Teatro

Il premio Oscar Nicolas Cage interpreta Gary Faulkner, personaggio reale che ha lui stesso suggerito Cage quale protagonista, nella vicenda incredibile ma accaduta, narrata dal film “Io, Dio e Bin Laden”, diretto da Larry Charles, con aggiunta di pindarici voli simbolici.  Per essere Gary Faulkner, Nicolas Cage ha messo su peso, si è fatto invecchiare, crescere barba e capelli, diventati canuti, e porta occhiali da vista.

“Hereditary” è il primo lungometraggio del regista, sceneggiatore e scrittore Ari Aster, che al suo attivo ha una serie di documentari e un romanzo, Sammy Barthowe At Your Service!,arrivato finalista allo Starcherone Prize for Innovative Fiction. Confezionato con esperienza tecnica, l’opera non stupisce e la trama ricorda tipici ingredienti del filone.

PARIGI - Per il quinto anno consecutivo, i comuni francesi, su proposta dell’Opéra nationale di Parigi, diffondo all’aperto e gratuitamente spettacoli  che hanno catturato l’’Opéra Bastille et il Palais Garnier. L’operazione debutta il 20 luglio 2018 e si conclude il 2 settembre 2018.  

ISCHIA -  Ultimo atto per l’Ischia Film Festival 2018, sedicesima edizione da record per numero di film, ospiti, pubblico ed eco nazionale e internazionale. Il Castello Aragonese per otto giorni è stato al centro del cinema italiano, vedendo passare sui suoi cinque palchi e schermi Gabriele Salvatores, Carlo Verdone, Daniele Vicari, Gabriele Muccino, Fabio De Luigi, Nicola Nocella, Andrea Magnani, i fratelli Manetti, Fontana & Stasi, Pippo Mezzapesa e tanti, tanti altri ospiti, dall’Italia e dal mondo.

TAORMINA (nostro inviato) -  Quella che avrà luogo tra il 14 e 20 luglio del 2018 sarà, per il Taormina Film Festival l’edizione numero 64 e, pur nata in un arco di tempo estremamente ridotto, promette di indirizzare il festival sulla via degli antichi fasti che l’hanno reso celebre vetrina per gli artisti di tutto il panorama cinematografico internazionale, ponendosi anche come prologo a un’edizione, quella del 2019, che vedrà ulteriormente potenziati i frutti del lavoro dell’organizzazione di quest’anno.

Dopo un recente , travagliato e movimentato percorso, si è giunti alla definizione del nuovo Taormina film festival. Nuovo perché, come sottolineato dal neo-sindaco Mario Bolognari e dal commissario della fondazione Taormina arte Sicilia Pietro Di Miceli, introdotti dall’ufficio stampa F. Tracuzzi, finalmente si può utilizzare un insieme di strutture, prima non nella disponibilità di Tao Arte. 

Nuovo anche perché, come sottolineato dall’assessore regionale al Turismo, Sport e spettacolo Sandro Pappalardo, si vuole puntare maggiormente su un’organizzazione complessiva (anche relativamente ad altri eventi culturali e di spettacolo che si svolgeranno e si sono svolti recentemente a Taormina e in tutta la Sicilia) che avvenga, diversamente rispetto al passato, con i dovuti tempi indispensabili a programmare eventi dal grande significato artistico e al tempo stesso che divengano vessilli della cultura siciliana e nazionale, per svilire i soliti stereotipi abbinati alla Sicilia e all’Italia , realtà spesso associate spregiativamente al degradante slogan “ Spaghetti e mafia”.

E il general manager Lino Chiechio insieme all’amministratore unico Maria Guida Pappalardo, dell’impresa che ha visto finalmente l’assegnazione dell’orchestrazione del festival , ossia Videobank. Entrambi hanno rilevato come questa sia una vera e propria sfida, proprio perché realizzare in tempi così brevi un festival è un ‘impresa ardita. Importante é sapere di potere fare l’edizione successiva, movendosi da basi solide e con i tempi corretti, cosa che dà le forze per far risplendere anche la presente edizione.

Edizione ritardata in seguito al ricorso avverso alla Fondazione Taormina Arte Sicilia e contro Videobank s.p.a., per la sospensione e l’eventuale eliminazione dell’Avviso Pubblico di Sponsorizzazione del Taormina Film Festival 2018, ricorso respinto consegnando l’attribuzione dell’organizzazione del festival a Videobank, affermata società dell’Information & communication technology che da 15 anni fa service per il festival e per vari eventi non solo nazionali.

Con la direttrice artistica Silvia Bizio (membro della Hollywood foreign press association, giornalista e tanto altro) negli Usa a continuare il lavoro sull’edizione attuale e sulla prossima, è l’altro direttore artistico Gianvito Casadonte (tra l’altro sovrintendente della Fondazione politeama di Catanzaro) a descrivere come tutti gli artisti siano disponibili a venire a Taormina film festival. Il problema è il tempo breve per definire il tutto , che quest’anno è stato di soli 15 giorni, ma che, visto l’impegno profuso giorno e notte da tutti , in realtà, è come se fosse stato di 30.

Lo stesso Casadonte ha proposto un programma fatto da 13 anteprime mondiali, 6 anteprime internazionali (di film usciti solo nel loro paese e non nel resto dell’Europa), 5 anteprime italiane (tra cui quella di Antonello Grimaldi),14 film in concorso, 12 documentari inediti, la presenza dell’opera di Nino Monteleone, affetto dalla sindrome di Asperger e sensibilissimo più giovane regista al mondo.  Nonché personaggi del calibro di Rupert Everett, Michele Placido, Richard Dreyfuss, Matthew.Modine, con l’ultima serata, presentata da Salvo LA Rosa, nello splendido proscenio del Teatro Antico.

Sarà soprattutto una kermesse incentrata sulle donne: dalla giuria totalmente “rosa”, con in testa Martha De Laurentis a Paola Palermo, Maria Grazia Cucinotta, Eleonora Granata, Adriana Chiesa, M.S. Tognazzi, solo per citare alcune importanti presenze femminili , con quella splendida icona del cinema che è la compianta Monica Vitti che campeggia nella locandina della manifestazione di quest’anno in un’immagine tratta da l’”Avventura “ pellicola di un genio del cinema dal nome di Michelangelo Antonioni.

In onda in prima tv assoluta su laF (Sky 135) mercoledì 4 luglio 2018 alle ore 21.10

TAORMINA - L’annunciato trionfo di Dogman ha caratterizzato la settantaduesima edizione dei Nastri d’argento, manifestazione sempre pronta a donarci un parterre denso di star della cinematografia nostrana, con uno sguardo rivolto all’internazionalità.

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

L'angolo dei classici

Cinema: “Interstellar”, l’amore oltre il tempo e lo spazio

Il film di Christopher Nolan è uno dei classici della fantascienza per l’accuratezza degli effetti speciali, la descrizione di tematiche complesse sui buchi neri e per l’aspetto emotivo della storia

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Opinioni

Un’ora d’aria, anzi di Musica. Il lavoro dei grandi compositori entra in carcere…

Il Coro Gesualdo a Rebibbia: “l’uomo non nasce “stonato” va semplicemente “ri-accordato”, affrancato e confortato” Sono le ore dieci e trenta di un venerdì qualsiasi e alla Casa di Reclusione di...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077