Venerdì, 25 Maggio 2012 20:09

Cannes 2012. "Cosmopolis" allegoria dell'alta finanza. Recensione e trailer

Scritto da

CANNESIn Cosmopolis di David Cronenberg Eric Packer (Robert Pattinson) è un algido e giovane dio dell’alta finanza, un genio di sistemi cibernetici, ricco da far schifo, che decide di attraversare New York per andare a farsi tagliare i capelli, ad “aggiustare il taglio”, come dice lui.

Il responsabile della sua sicurezza (Kevin Durand) glielo sconsiglia, perché la visita del Presidente degli Stati Uniti paralizza Manhattan, ma lui è Eric Packer, lui può fare quello vuole, lui è ossessionato dal suo barbiere.

Inizia così un’odissea di 24 ore a bordo della sua immensa e lunga limousine bianca, nella quale saliranno di volta in volta consulenti e amanti e personaggi vari, tra cui una moglie (Juliette Binoche) fredda e distante come il cielo dagli uomini. Sullo sfondo e durante le soste, una città in rivolta, il funerale di un rapper, la minaccia di un assassino, e l’emergere della nuova moneta unica, quella del topo, scambiata col dollaro uno a uno.

Gli attori sono nella parte, Robert Pattinson è convincente e d’altronde non sembra aver cambiato troppo il ruolo rispetto al vampiro delle ragazzine di Twilight, e molto bravi sono anche Juliette Binoche e Kevin Durand. Dopo la lucida cronaca di una rivoluzione in A Dangerous Method, in Cosmopolis Cronenberg ripropone un film sulla parola, ma questa volta i dialoghi sono claustrofobici, ossessivi e allegorici, e in ogni caso molto belli: d’altronde sono presi pari pari dal libro omonimo di DeLillo, come dichiara lo stesso Cronenberg, che ha spiegato che sono proprio quei dialoghi che l’hanno convinto a tradurre Cosmopolis in un film. Ma a differenza della sua penultima pellicola, Cronenberg torna ad essere a tratti visionario, e propone un quadro infernale che annuncia la catastrofe verso cui ci incamminiamo. Insomma, si esce dalla sala storditi e incerti, ma non del tutto convinti, perché nel finale il film perde la sua forza allegorica e profetica, e sembra chiudersi in un fatto privato, annunciato qua e là da atti di violenza gratuita e pretestuosa.

Nelle sale dal 25 maggio

CAST ARTISTICO

Robert Pattinson: Eric Packer

Juliette Binoche: Didi Fancher

Sarah Gadon: Elise Shifrin

Mathieu Amalric: Andre Petrescu

Jay Baruchel: Shiner

Kevin Durand: Torval

K’naan: Bruta Fez

Emily Hampshire: Jane Melman

Samantha Morton: Vija Kinski

Paul Giamatti: Benno Levin

CAST TECNICO

Regia di: David Cronenberg

Tratto dal romanzo di Don DeLillo

Sceneggiatura : David Cronenberg

Direttore della fotografia: Peter Suschitzky ASC

Scenografia : Arv Grewal

Montaggio: Ronald Sanders CCE ACE

Costumi : Denise Cronenberg

Musiche: Howard Shore

Prodotto da Paulo Branco, Martin Katz

 

 Cosmopolis - trailer

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]