Martedì, 05 Giugno 2012 12:50

BellariaFilmFestival. I vincitori della 30ma Edizione

Scritto da

BELLARIA - La giuria del concorso ITALIA DOC composta da Giulia Amati, Beppe Attene, Maria Pia Fusco, Stephen Natanson, Lunetta Savino e Marino Sinibaldi assegna il premio per miglior documentario italiano a BAD WEATHER di Giovanni Giommi perché: il prodotto unisce una serie di caratteristiche fondamentali e fondanti per il linguaggio documentaristico:la capacità di ricognizione su mondi apparentemente estranei che però sintetizzano e rappresentano la condizione umana nella sua globalità, una regia consapevole e attenta e un'attenzione ai caratteri dei personaggi che si intrecciano lungo la storia.



La giuria assegna la menzione speciale a ITALY: LOVE IT, OR LEAVE IT di Gustav Hofer e Luca Ragazzi per la capacità di raccontare con ironia l'Italia di oggi e la sfida fondamentale per una generazione: restare, andarsene, riconoscersi o no in questo paese.

Menzione speciale Morando Morandini a  MARE CHIUSO di Andrea Segre e Stefano Liberti, con la seguente motivazione: uno dei meriti di questo film non è soltanto di essere una forte denuncia del modo con cui si è effettato il respingimento degli emigranti africani verso l’Italia e l’Europa, ma di averlo fatto senza imporre delle tesi e lasciando parlare i fatti.

Menzione speciale CASA ROSSA assegnata dai ragazzi del DAMS di Bologna guidati da Paolo Angelini a: IL  MUNDIAL DIMENTICATO di Filippo Macelloni e Lorenzo Garzella con la seguente motivazione: un film che ci ha ingannati piacevolmente e che,utilizzando i clichè tipici del documentario, ha per una volta tanto smentito il noto adagio che vede la fantasia figlia minore della realtà.
La giuria del concorso RADIO DOC composta da Carlo Ciavoni, Federica Manzitti e Megan Williams assegna il premio per il miglior documentario radiofonico a: ANTONINA di Gianluca Stazzi e Giuseppe Casu con la seguente motivazione: per l’efficacia nell’uso del suono e delle voci, per la profondità e la grande resa emotiva del racconto e per la rilevanza storico/sociale del tema.
 
La giuria assegna la menzione speciale RADIO DOC a: L’ISOLA CHE C’È di Daria Corrosa e Alessandro Serranò, motivazione: perché è un efficace esempio di come il radio documentario e solo il radio ,possa raccontare un evento che gli altri mezzi di comunicazione riportano diversamente. Per la coralità e per l’ironia.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Le donne e il tempo

Si apre il sipario del tempo

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]