Giovedì, 28 Giugno 2012 16:52

Dipendenti e Cgil, Cisl e Uil sul futuro del C.S.C.

Scritto da

ROMA - Le Organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil e i lavoratori del Centro Sperimentale di Cinematografia ritengono che sia giunto il momento di fare chiarezza sul futuro del CSC, oggetto da mesi di attacchi ingiustificati e strumentali, di illazioni preoccupanti sull’assetto e sulla stessa sopravvivenza di quella che è una delle più importanti istituzioni culturali del paese.

In tre quarti di secolo il CSC ha acquisito una fisionomia unica a livello internazionale riunendo in una unica istituzione culturale il passato e il futuro della nostra cinematografia, una delle più importanti del mondo. Il CSC ha il compito istituzionale di conservare, restaurare e diffondere un patrimonio che spazia dal cinema muto al digitale, e al tempo stesso è una scuola d’eccellenza dove il sapere dei migliori professionisti nazionali e internazionali viene messo a disposizione di quei giovani che diventeranno gli autori e i professionisti di domani.

Il CSC non è solo una risorsa fondamentale per la cultura italiana, è un progetto ambizioso che può e deve crescere ancora rimanendo al passo con i tempi e accettando sempre nuove sfide. Sfide che i dipendenti del CSC hanno sempre dimostrato di saper affrontare con competenza e coraggio. Anche in anni di progressiva diminuzione di fondi. Anche di fronte al progressivo e inesorabile impoverimento degli stipendi, al blocco delle carriere, alla mancato rinnovo del contratto.
Le Organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil e i lavoratori del Centro Sperimentale di Cinematografia non sono disposti a tacere di fronte alle ipotesi di mutilare e disperdere questo prezioso patrimonio di storia, professionalità e passione.

Chiedono :
o Che sia garantita l’unità e l’indivisibilità del Centro Sperimentale di Cinematografia e che questa grande istituzione culturale sia tutelata e valorizzata, a partire dal rispetto per la professionalità del personale, nelle sue due componenti fondamentali: Scuola Nazionale Di Cinema e Cineteca Nazionale, le quali operano in totale sinergia culturale ed organizzativa.

o Che i lavoratori siano informati e coinvolti in un dibattito approfondito che abbia come finalità
la sempre maggiore valorizzazione della Fondazione CSC e dei suoi fini istituzionali.
o Che il Presidente e i Consiglieri di Amministrazione siano individuati tra figure di elevato profilo professionale e con maturata e specifica esperienza nel settore cinematografico e audiovisivo.
o Che si metta fine al progressivo impoverimento di questa istituzione, perché togliere risorse al Centro Sperimentale di Cinematografia significa mettere in pericolo la tutela del patrimonio cinematografico, la memoria del nostro paese, la trasmissione del sapere da una generazione all’altra e, inevitabilmente, il futuro stesso del cinema italiano.

Le scriventi OO.SS. intraprenderanno immediate azioni di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e, qualora le richieste non trovassero adeguata risposta, sono pronte a mobilitarsi per difendere il Centro Sperimentale di Cinematografia, il suo patrimonio di esperienze e i diritti di tutti suoi lavoratori.
F.P. Cgil Roma e Lazio Cisl F.P. Roma UIL P.A.
Di Cola Ladogana Romano

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]