Lunedì, 23 Luglio 2012 19:07

Basilica di Sant’Alessio. Pirandelliana: “Così è se vi pare”. Recensione

Scritto da

ROMA - “Eh caro! chi è il pazzo di noi due? Eh lo so: io dico tu! e tu col dito indichi me. Va là che, a tu per tu, ci conosciamo bene noi due. Il guaio è che, come ti vedo io, gli altri non ti vedono…”

E con questo soliloquio allo specchio Lamberto Laudisi, il genero del consigliere Agazzi, ha sollevato il dubbio: “Esiste davvero la verità che affannosamente ricercate”? Un manipolo di curiosi signorotti di provincia è riunito con le loro signore, tutte in abito grigio, in casa del commendatore, per saperne di più sul conto di un nuovo dipendente, il signor Ponza, che è sospettato di tenere rinchiuse sia la moglie che la suocera. Infatti sua suocera, la signora Frola che vivrebbe in un appartamentino elegante al centro del paese, avrebbe più di una volta rifiutato le visite delle altre comari.

Un comportamento che ha destato sospetti e spinto il superiore dell’uomo a chiamare il prefetto della cittadina per svelare le cause di questo mistero.

La mamma della sposa per prima va a casa del consigliere adducendo a ragione di questo suo appartarsi la possessività del genero, che amerebbe sua figlia in maniera talmente esclusiva da non permettere neppure alla madre di farle visita. Una confessione che ha lasciato la platea dei pettegoli basita. Subito dopo la madre si presenta il marito della presunta signora, il Signor Ponza, tutto vestito di nero e dall’aria malsana, che invece racconta che la sua ex suocera sarebbe pazza da ormai quattro anni, dalla morte della figlia e che lui, impietosito, avrebbe spinto la sua seconda moglie a fingersi la figlia della signora per alleviarle le pene.

Nell'ultimo atto, dopo che si alternano le confessioni dei due presunti “folli” e regna la confusione tra gli ospiti di casa Agazzi, al prefetto non resta che convocare la moglie del signor Ponza, l'unica che potesse dire la verità. “Io sono colei che mi si crede. La verità è solo questa: che io sono, sì, la figlia della signora Frola e la seconda moglie del signor Ponza; sì, e per me nessuna! nessuna!”

E col sorriso beffardo Lamberto Laudisi esclama: “Ecco, o signori, come parla la verità”!

Nel personaggio di Laudisi si esprime il punto di vista narrativo di Pirandello: l’umorismo come reazione alla maschera che viene imposta dai vincoli della società borghese, di cui l’autore stesso è vittima. La follia come rifiuto estremo e la polivalenza della verità l’unica risposta possibile alla frammentazione dell’io.

Tra gli attori spiccano per espressività e chiarezza espositiva Marco Vincenzetti nei panni del consigliere Agazzi e Anna Varlese, che interpreta la signora Amalia, sua moglie.

La vista suggestiva dall’alto dell’Aventino sulle meraviglie romane accompagnata dalla brezza del “ponentino” rende la dissimulazione pirandelliana ancor più magica e la calura estiva più sopportabile.

 

Personaggi                                                                                        Interpreti

Lamberto Laudisi                                                                            Marcello Amici

La signora Frola                                                                              Ingrid Mauretti    

Il signor Ponza, suo genero                                                       Giuseppe Arnone

La signora Ponza                                                                            Valeria Pistillo

Il consigliere Agazzi                                                                   Marco Vincenzetti

La signora Amalia, sua moglie                                                           Anna Varlese

Dina, loro figlia                                                                                  Ilaria Carlucci

La signora Sirelli                                                                         Raffaella Zappalà

Il signor Sirelli                                                                          Umberto Quadraroli

Il signor Prefetto                                                                            Alcide Pasquini

Il commissario Centuri                                                                  Lorenzo Messeri

La signora Cini                                                                            Roberta Rubbino

La signora Nenni                                                                            Laura Tedesco

Un cameriere                                                                     Alessio Francescangeli

 

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Notte taciturna

Ricordo quella luna incantata e il dolce languore di una confidenza bisbigliata nel confessionale del cuore.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]