Sabato, 22 Settembre 2012 20:51

Teatro Manzoni. La stagione 2012-13

Scritto da

ROMA - In un momento così difficile per la nostra società e non solo, la cultura e nello specifico il teatro, può essere un toccasana per il nostro animo, per il nostro benessere, per riuscire ad affrontare con serenità le difficoltà  quotidiane. Il teatro Manzoni presenta al pubblico la stagione teatrale 2012/13  ricca di divertimento, sogno e fantasia. Protagonisti: l’amore (che sconfigge tutti i mali), la gelosia, la libertà, i tradimenti, gli intrighi, l’arrivismo, i segreti, i sotterfugi, le liti,  le riappacificazioni, e tanto…. altro ancora…..che ci coinvolgeranno in una girandola di emozioni.

Ad aprire il sipario il 2 ottobre  saranno Massimo Giuliani, Gabriella Silvestri, protagonisti di Io so che tu sai che io so di Rodolfo Sonego, per la regia di Renato Giordano (ispirato al successo cinematografico dell’82 diretto e interpretato da Alberto Sordi con Monica Vitti). Una coppia sposata da numerosi anni con una figlia adolescente. A scuotere questa vita monotona è un’intercettazione sbagliata. L’occhio indiscreto delle telecamere entra  come un ciclone, nella vita privata di una famiglia borghese, catturando i segreti, le verità più nascoste e più dolorose. Una commedia da gustare, attuale e divertente, ironica e amara. (In scena fino al 28 ottobre).

Dal 30 ottobre al 25 novembre Tiziana Foschi, Fabio Ferrari, Giancarlo Ratti, in scena con Momento di Follia di Sam Bobrick per la regia di Silvio Giordani. Giorgio si sente l’uomo più felice del mondo. Secondo matrimonio. Ha appena sposato una splendida fanciulla che ha trent’anni meno di lui, ed è invidiato da tutti. Ma la felicità, si sa, ha breve durata….non mancano i problemi con sua figlia che sembra sull’orlo di una crisi di nervi a causa del  marito….e poi i problemi con il suo amico Gerry, nonchè  socio in affari, con la sua ex moglie che sta per sposare un giovane poco affidabile, con la sua giovane consorte che ha deciso di fuggire con l’istruttore di ginnastica…. E non finisce qui…..!!!!!

Pamela Villoresi, Romina Mondello, Luigi Diberti, e con Massimiliano Franciosa, diretti da Maurizio Panici saranno in scena dal 27 novembre al 23 dicembre con Eva Contro Eva di Mary Orr, versione italiana di Maurizio Panici e Marzia G.Lea Pacella. Commedia di grande qualità e intelligenza, ma allo stesso tempo racconto raffinato e acuto sul mondo del teatro e sui rapporti interni tra i suoi personaggi,  che offre, attraverso una straordinaria ironia, un acido e caustico affresco di uomini e donne che si affannano disperatamente alla ricerca di un attimo di celebrità, mettendone a nudo le fragilità.(Grande successo cinematografico con Bette Davis e Anne Baxter  nei ruoli delle protagoniste femminili e George Sanders in quello maschile).

Dal 26 dicembre 2012 al 20 gennaio 2013, la celebre coppia Elena Cotta e Carlo Alighiero con Tania Agelosanto  presenta L’anatra all’arancia di Marc Gilbert Sauvajon per la regia di Carlo Alighiero. Helen sposata da anni con Charles, da sempre ha accettato per quieto vivere “le piccole distrazioni coniugali” di suo marito. Ma questa volta lui ha esagerato, si è imbarcato in un’avventura con una giovanissima e l’ha addirittura assunta come sua segretaria. Helen ha un incontro casuale, ma coinvolgente, un uomo più giovane che la invita a trascorre un weekend. Charles che a modo suo ama profondamente sua moglie, pur di non perderla adotta una tattica sottile per riconquistarla; niente drammi, niente scenate… ma….. !!!!

Dal 22  gennaio al 17  febbraio Pietro Longhi, Paola Tiziana Cruciani, Alessandra Costanzo sono i protagonisti di Maschio crudele di Pierre Chesnot, per la regia di Silvio Giordani. E’ quasi una regola fissa, per il nostro “maschio crudele” cambiare donna ogni dieci anni. Sempre in cerca di nuove avventure, si appresta ad abbandonare la prima e l’attuale moglie e persino una bella amante che ormai ha fatto il suo tempo, per darsi alla fuga con una giovanissima…. Ma scoperto il piano le  donne della sua vita  si coalizzano e  gli organizzano una festa di compleanno che diventerà per lui un vero incubo, ricco di situazioni incresciose davanti ad ospiti attoniti. Sembra che non ci sia via di fuga per il nostro maschio, ma…..

Dal 19 febbraio al 17 marzo  Patrizia Pellegrino ed Enrico Guarneri  presentano Che notte…quella notte! Di Carlo Auteri per la regia di Antonello Capodici. Palmiro è un ferroviere che presidia  uno sperduto scambio ferroviario siciliano  nelle interminabili ore del turno di notte. Possiede un modo tutto suo per scoprire il mondo, ama leggere e adora il jazz, e cerca di convincere il giovane Filippo (che fa il turno di giorno) che la vita può sorprenderti in ogni momento. Infatti una notte il miracolo accade.  Arriva Caterina, una bella, buffa e comica creatura…  Che ci fa in quel posto fuori dal mondo ? E’ reale o frutto della fantasia…. Ma c’è tutta la notte per scoprirlo!!!!
Dal 19 marzo al 14 aprile Rita Forte, Carlo Alighiero, Marcello Cirillo, interpretano Il Boss di Bogotà di Alain Reynaud Fourton per la regia di Carlo Alighiero. Un tranquillo professore in pensione Amedeo De Bosis, sta tornando a casa nella sua vecchia utilitaria, improvvisamente la  portiera della sua vettura  si apre e compare una donna molto sexy che lo costringe a partire di gran fretta!  Katia lavora come entreneuse in un night nella periferia romana, ed è inseguita da uno losco individuo, Dedè. Da questo momento la vita di Amedeo non sarà più la stessa. Per proteggere Katia e la sua serenità dall’assalto improvviso di elementi malavitosi è costretto a vestire i panni di uno spietato, quanto improbabile Boss. Le note ironiche delle canzoni di Buscaglione faranno da commento a una serie di eventi tragicomici.
Dal 16 aprile al 12 maggio Gabriele Pignotta e Fabio Avaro sono i protagonisti di Mi piaci  perché sei cosi! scritta e diretta da Gabriele Pignotta. Dopo il  successo di Una notte bianca, Scusa sono in riunione ti posso richiamare?,  Ti sposo ma non troppo e Se tutto va male divento famoso, Gabriele Pignotta ci regala una nuova deliziosa commedia che questa volta parla d’amore e delle inconciliabili differenze tra uomo e donna. Quante volte ci siamo messi nei panni dell’altro per comprenderlo veramente? Il segreto per andare  d’accordo sembrerebbe davvero essere una semplice frase “ mi piaci perché sei cosi” ma si finisce sempre per volere che l’altro/a cambi per assomigliare piuttosto a noi stessi. Con questo nuovo lavoro Gabriele Pignotta ci regala l’ennesima occasione per ridere, divertirci ma anche riflettere sulle derive del mondo contemporaneo.
A chiudere la stagione saranno Pamela Villoresi e Pietro Longhi che presentano dal 14  maggio  al 9 giugno La locandiera da Carlo Goldoni per la regia di Maurizio Panici. La locandiera, una delle più celebri commedie di Goldoni, è un testo “perfetto”, calibrato e gustoso, nella composizione drammaturgica, nel numero dei protagonisti ma soprattutto nella rappresentazione di un mondo fatto di nobili decaduti, conti arricchiti, cavalieri misogini. Su tutta questa umanità, svetta una donna Mirandolina, capace di affrontare il cambiamento con senso pratico e intelligenza creativa.
 Goldoni ci fa così riflettere, su una nuova classe sociale che si affaccia alla storia, ben rappresentata da una giovane donna che con  pragmaticità e senso del reale, non cede alle facili lusinghe, ma persegue un obiettivo di libertà che sa che può esistere solo affrancandosi economicamente, in un mondo dominato dagli uomini.


Teatro Manzoni di Roma - via Monte Zebio 14/c – Roma
tel.06/3223634 wwww.teatromanzoni.info

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Notte taciturna

Ricordo quella luna incantata e il dolce languore di una confidenza bisbigliata nel confessionale del cuore.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]