Lunedì, 17 Gennaio 2011 14:26

American Life: la nuova commedia di Sam Mendes

Scritto da

Un interessante affresco della classe media americana


Commedia che fa riflettere. Dramma che fa sorridere. Non c’è modo per definire in maniera compiuta e inequivocabile il nuovo film di Sam Mendes “American Life” (titolo originale “Away we go”). Meno graffiante di “American Beauty”, pellicola che consacrò Mendes come regista di culto e gli valse l’oscar, American Life colpisce per l’interessante affresco della classe media americana, sempre più confusa e priva di valori. Nel viaggio di due trentenni Burt (John Krasinski) e Verona (Maya Rudolph), alla ricerca di un luogo adatto dove far nascere la loro bambina emerge chiara una critica divertita e corrosiva verso lo stile americano e gli stereotipi di un mondo occidentale che sta andando in pezzi. Phoenix, Tucson, Winsconsin, Montreal, Miami sono le città che conosciamo attraverso gli occhi di questa coppia, ancora adolescenziale e indecisa, che cerca modelli di riferimento negli altri senza comprendere che la vera maturità si trova solo lavorando dentro se stessi e facendo emergere le qualità migliori della propria interiorità. Attraverso il loro progressivo disincanto e presa di distanza dalle false certezze dei loro amici e parenti, comprendiamo meglio quanto sia difficile vivere in America e come sia importante mantenersi saldi dentro se stessi senza farsi attirare dalle mode e dal moralismo ipocrita. Il  film, tratto da una sceneggiatura originale di Dave Eggers e Vendela Vida si avvale della bella colonna sonora  del cantautore Alexi Murdoch che accompagna con accattivante melodia le scene più incisive e struggenti. Un film intenso, avvolgente, divertente e, a tratti geniale, che consigliamo a tutti coloro che si apprestano al lasciare il nido per affrontare la vita “adulta”.

Curiosità

Le canzoni di Murdoch sono state usate spesso nei film per il cinema e la televisione, ma American Life è il primo film per cui il cantatutore ha composto l’intera colonna sonora originale. La sua canzone “Orange Sky” compariva nel film di Zach Braff La mia vita a Garden State, e in uno degli episodi della serie tv The O.C.; e uno dei suoi pezzi inediti, “Through the Dark”, figura nella scena finale del film di Ben Affleck Gone Baby Gone e in un episodio della quinta stagione di Dr. House – Medical Division. Tra i suoi pezzi più famosi ricordiamo “All My Days”, “Blue Mind” e “Home.”

Trailer


Trailer fornito da Filmtrailer.com

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Le donne e il tempo

Si apre il sipario del tempo

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]