Martedì, 01 Marzo 2011 15:55

Teatro Vascello. “Doppio assoluto”, connubio di musica e parole contro i tagli alla cultura

Scritto da

ROMA -  Ieri al teatro Vascello di Roma abbiamo assistito al primo dei quattro appuntamenti dell'iniziativa "Doppio assoluto".

"Una città senza teatri è una stalla" ha affermato Leo Gullotta durante l'introduzione allo spettacolo. Il riferimento è ai tagli alla cultura che stanno mettendo in seria difficoltà il settore. Un'ora e mezza dopo ci ha rassicurato sul fatto che non avremmo ascoltato "trottolino amoroso". Evidentemente, almeno per una serata,  la cultura non sarebbe stata mercificata e messa all'asta (al ribasso). Coerentemente con la premessa e la conclusione, un Leo Gullotta ispirato ha recitato alcuni brani tratti dall' opera letteraria "Storie di cronopios e di famas" dello scrittore argentino Julio Cortázar. Il sassofonista Javier Girotto ha accompagnato la lettura  con assolo sofferti ed intensi che considerare intermezzi musicali sarebbe stupido e ingeneroso.

I brani surreali dell'opera letteraria hanno riproposto il tema universale dell'opposizione, ma allo stesso tempo contaminazione, fra una razionalità certosina (rappresentata dai personaggi denominati "famas"), e una emotività stravagante e stralunata (simboleggiata dai "cronopios"). Due modalità di esistere, di stare al mondo, teoricamente ben distinguibili ma che nella realtà dei fatti sovente si mescolano e si confondono, come peraltro notava Italo Calvino nel suo commento al testo di Cortázar. Parallelamente il timbro vocale da "famas" di Leo Gullotta era accompagnato dalla sua espressività e gestualità da “cronopios". L'espressività musicale "cronopiesca" di Javier Girotto aveva alle spalle una ricerca musicale e una preparazione tecnica ed artistica da "famas".

Il lunghissimo applauso finale ha testimoniato che questo connubio fra  musica e parole funziona bene: il pubblico s'è potuto divertire senza spegnere il cervello. Peccato che il duo probabilmente non concederà un bis. Ad ogni modo il 14 Marzo prossimo Andrea Rivera e Bobo Rondelli daranno vita al secondo dei quattro appuntamenti dell'iniziativa "Doppio assoluto". Vale certamente la pena di pagare il biglietto, anche per la meritevole iniziativa di sostegno al teatro e alla cultura in generale.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]