Martedì, 10 Dicembre 2013 14:50

“Un fantastico via vai”. Pieraccioni: “Renzi, un intrattenitore al quale far da spalla”. Trailer

Scritto da

ROMA - La crisi di mezz’età è arrivata in anticipo per il protagonista del nuovo film di Leonardo Pieraccioni, un Fantastico via vai, in uscita nelle sale il 12 dicembre in 500 copie. Il suo nome è Arnaldo Nardi, 45enne sposato e padre di due gemelle, che con la scusa di attraversare un periodo difficile con la moglie Anita - una sensuale Serena Autieri – si trasferisce in un appartamento di studenti fuorisede.  

Dieci giorni per “rivivere le emozioni e i turbamenti dei venti anni”, rispolverando alcune gag riprese dai “Laureati”, come la zingarata nei ristoranti, al motto di “chi arriva ultimo, paga”. Inesorabilmente l’ultimo è sempre Arnaldo, che tra i chili di troppo e il fiato corto viene ogni volta riacciuffato dal cameriere del locale, che insieme al conto gli dà un bel ceffone, definendolo “ un bischero attempato”. 

Quattro ragazzi, ognuno con il proprio background e una strada ancora da tracciare. C’è Edoardo, un timido ragazzino di colore, innamorato di Clelia, ma che non trova il coraggio di presentarsi al suo futuro suocero, il Cavalier Mazzarra, perché notoriamente razzista. E poi c’è Anna, trasferitasi da Roma ad Arezzo per inseguire suo padre, un investigatore privato dalle strampalate performance urbane, interpretato da un esilarante Massimo Ceccherini. E Camilla, che è scappata da Catania perché rimasta incinta all’insaputa dei genitori e Marco, che sogna di diventare chirurgo, pur avendo la fobia del sangue.  A completare il quadro anche due colleghi di lavoro di Arnaldo – interpretati dalla nuova coppia comica formata da Maurizio Battista e Marco Marzocca - che si mettono sulle sue tracce dell’amico scomparso.

“Volevo fare un film sullo tsunami di emozioni tipiche dei vent’anni e allo stesso tempo, raccontare la storia di un cinquantenne realizzato, che si tuffa nel passato per riacquistare la verve e l’energia perduta”, ha spiegato Leonardo Pieraccioni. “Non si tratta della storia di un Peter Pan di mezz’età, con la macchina sportiva e la fidanzata ventenne, ma di un uomo che, tornando indietro, riscopre l’entusiasmo per la vita”. Una sceneggiatura scritta a quattro mani con Paolo Genovesi, che nella scrittura ha portato “rigore e metodo”, realizzando personaggi ben delineati sin dal primo ciak. “Un sodalizio molto fruttuoso, quello con Paolo, che spero continui negli anni”, ha dichiarato il regista. “Lavorare con Pieraccioni è davvero divertente – ha ribattuto Genovesi – lui non solo scrive ma, allo stesso tempo, recita ogni battuta, anche quelle non sue. 

La verve di Pieraccioni non risparmia proprio nessuno, neppure il suo conterraneo, il neo segretario del Pd, Matteo Renzi: “Il ragazzo ha delle velleità artistiche, se scendesse in campo, ci darebbe filo da torcere a tutti quanti, noi comici: mi ricorda quegli intrattenitori di altri tempi, io potrei a mala pena fargli da spalla”.

  

Un fantastico via vai (95’)

 di Leonardo Pieraccioni

con Leonardo Pieraccioni, Serena Autieri, Maurizio Battista, Marco Mazzorca, Marianna di Martino, Chiara Mastalli, Giuseppe Maggio, Davide Sef, Alice Bellagamba, Massimo Ceccherini, Giorgio Panariello

 

Sceneggiatura di Leonardo Pieraccioni e Paolo Genevose

Distributore: 01 Distribution

 

Un fantastico via vai - Trailer

 

 

 

 

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]