Venerdì, 07 Febbraio 2014 21:51

Teatro dell’Angelo. Gaia de Laurentiis in “Girotondo”. Recensione

Scritto da

ROMA - Al Teatro Dell’Angelo è in scena una spettacolo molto particolare, per un pubblico particolare:  parliamo di GIROTONDO di Arthur  Schnitzler, scrittore e medico austriaco di fine Ottocento, noto anche  per aver messo a punto un artificio narrativo, il cosiddetto monologo interiore, al quale fece spesso ricorso nelle sue opere per descrivere l’evolversi dei pensieri dei suoi personaggi. In realtà, la produzione di Schnitzler subì molto l’influenza di Freud: i due, infatti, si conoscevano bene, anche se non si frequentarono molto.

Lo spettacolo, messo su con grande cura e attenzione, anche nei dettagli, dal regista Francesco Branchetti, all’epoca giudicato ovviamente “scandaloso”, affronta i meccanismi ambigui dell’eros, inteso come forza di pulsione interiore, presente in tutti noi, anche se con diversa intensità. 

L’intreccio gira intorno agli incontri fugaci tra dieci personaggi di differenti condizioni sociali ed umane: la prostituta, il soldato, la cameriera, il giovane signore, la giovane signora, il marito, la ragazzina, il poeta, l’attrice, il conte. Dieci quadri (o scene) in cui  i personaggi dialogano due alla volta. E uno dei due personaggi  è anche protagonista del quadro successivo, tranne la prostituta: infatti, quando il conte, ultimo personaggio ad entrare in scena, si congiunge con la prostituta del primo quadro, la danza sessuale ha termine e si ha una saldatura della storia. Ed il Girotondo è completato.  

In effetti, si tratta di un lavoro molto frammentato, in cui il testo ha soprattutto il merito di darci un’interessante rappresentazione della Vienna asburgica: fra contraddizioni ed  ipocrisie morali, in piena decadenza della Mitteleuropa, ma in quella stessa città in cui sta nascendo la psicanalisi! Quindi, una continua rigenerazione culturale.Dobbiamo dire, però, che il testo, nonostante tali premesse, non riesce a trasmettere grosse emozioni, pur facendosi apprezzare a volte per la sottile ironia che lo contraddistingue. 

Di alto livello, invece, è la prestazione attoriale dei protagonisti, prima fra tutti Gaia de Laurentiis la quale è presente in tutte le dieci scene e recita per due ore di seguito, dando vita a 5 diversi personaggi che si alternano. Accanto a lei ben figura Lorenzo Costa; e  tutti gli altri,  Giovanni Guardiano, Vincenzo Schirru, Simone Lambertini, Nicola Paduano con la danzatrice Federica Ruggero.

Ben curate le scene firmate da Alessandra Ricci e i costumi di Clara Surro. Appropriate e coerenti le  musiche originali del M° Pino Cangialosi.

                 

Teatro Dell’Angelo -  fino al 16 febbraio 2014  

Via Simone de Saint Bon n°19, Roma

tel 06/37513571 – 06/37514258

www.teatrodellangelo.it  

Salvatore Sciré

Giornalista e autore teatrale

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Dio è donna

Divinità era donna! Un tuffo nel mito della Grande Madre tra l’immaginario e il reale. L’universo femminile un viaggio alla scoperta dell’altra metà di Dio. C’è stato un mondo diverso dove si venerava la Dea. Ritroviamo la scintilla della divinità...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]