Giovedì, 15 Maggio 2014 00:01

Cannes 2014. “Grace di Monaco”, curato e irriverente. Recensione. Clip

Scritto da

CANNES – Ha aperto il festival di Cannes “Grace di Monaco”,  pellicola molto discussa e ricusata dai reali,  del regista Olivier Dahan. Dopo aver assistito al film si comprende perché non sia piaciuto alla nobiltà monegasca.

Olivier Dahan, pur raccontando una vicenda romantica e favolistica, scava nelle relazioni politiche tra il Principato di Monaco e la Francia: De Gaulle avrebbe voluto che il principato pagasse, come tutti, le tasse dovute. Ranieri III si oppose in maniera poco nobile. Dahan illumina le responsabilità storiche della famiglia reale, attraverso l’intreccio di complotti e tensioni che, nel caso della Principessa Grace, diventarono un vero e proprio scontro tra culture, chiarendo come una star di Hollywood sia riuscita a lasciare il segno tra i due paesi. 

Il film è soffuso del fascino che lo sfarzo e il sangue blu sanno esercitare sulle platee popolari, senza tuttavia celare come ciò non necessariamente significhi felicità. La narrazione scorre.  Nicole Kidman, malgrado l’algida perfezione, riesce a rendere i conflitti emotivi di una Grace Kelly divisa tra il destino di Principessa e quello di attrice. Sembrano improbabili alcune parti della sceneggiatura,  a volte piene di retorica, altre di ingenuità, ma nel complesso quello di Dahan è un lavoro curato: nello stile del cinema americano degli anni ’60, sobrio ed elegante, come fu di Hitchcock.  Da vedere.

  • FOTOGRAFIAEric Gautier
  • MONTAGGIOOliver Gajan
  • PRODUZIONE: Stone Angels, YRF Entertainment
  • DISTRIBUZIONE: Lucky Red
  • PAESE: Francia
  • DURATA: 103 Min

Grace di Monaco – Clip -  Cena di gala con Maria Callas

 

 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]