Venerdì, 29 Ottobre 2010 15:44

Festival di Roma. La protesta saggia

Scritto da

ROMA - Protestano i ragazzi delle scuole di cinema a rischio chiusura,  i precari che aspirano ad un futuro migliore per il settore, ma anche Ettore Scola, Carlo Verdone, Paolo Sorrentino, Marco Bellocchio, Mimmo Calopresti, Neri Marcore', Francesco Siciliano, Sandro Petraglia, Massimo Ghini, Beppe Fiorello, Alessandro Haber, Monica Scattini, Francesca e Cristina Comencini, Monica Guerritore, Isabella Ferrari, Kim Rossi Stuart, Barbara Bouchet, Riccardo Tozzi, Andrea Purgatori,  Stefano Rulli e tanti altri.

La scena fa pensare agli anni ’70: il festival parte   con 1500  manifestanti sul red carpit arrivati in corteo dal palazzetto dello Sport con magliette bianche su cui è scritto 'Tutti a casa'.  Sergio Castellitto e la giuria internazionale si fan largo sul tappeto tra gli striscioni, tra agenti antisommossa pronti a intervenire se la protesta non si svolge pacificamente, come ha raccomandato Stefano Rulli dei 100 autori.


All’interno, in attesa del film siedono Gianpaolo Letta, Ad di Medusa, e il presidente Carlo Rossella (fischiato), il vicedirettore generale della Rai Giancarlo Leone, Bruno Vespa, i produttori Lucisano e Tozzi, il presidente Bnl Luigi Abete, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, presidenti della Provincia Nicola Zingaretti e della Regione Lazio Renata Polverini. . Il sottosegretario  Letta critica i manifestanti e cosi' il ministro Bondi tenutosi alla larga dall'Auditorium, come a Venezia e a Cannes, senza mancare di definire  ''ingiustificata e faziosa'' la dimostrazione.


Ma non sono gli anni ’70,  la protesta ha la maturità della saggezza. Il clima è pacifico e la sua voce riesce ad avere la forza della ragione: nei fatti un paese che non presta attenzione alla cultura è destinato a impoverirsi,  spiritualmente ed economicamente,  pericolo che va denunciato.


Arrivano le star del film della serata “Last night”:  Keira Knighley e Eva Mendes, la prima in abito cipria svolazzante, la seconda in eleganza sinuosa, con la regista Massy Tadjedin e Guillaume Canet: ai dimostranti arriva tutta la loro solidarietà.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Dio è donna

Divinità era donna! Un tuffo nel mito della Grande Madre tra l’immaginario e il reale. L’universo femminile un viaggio alla scoperta dell’altra metà di Dio. C’è stato un mondo diverso dove si venerava la Dea. Ritroviamo la scintilla della divinità...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]