Sabato, 30 Agosto 2014 14:59

Stag, se sopravvivo mi sposo. Recensione e trailer

Scritto da

ROMA - The Stag, se sopravvivo mi sposo di John Butler è la commedia irlandese che è stata campione di incassi della stagione scorsa  in Inghilterra e racconta la storia di un particolare addio al celibato a contatto con la natura di un gruppo di amici nei boschi irlandesi.

Lo sposo, Fionan (Hugh O’Conor) insieme al suo testimone Davin (Andrew Scott)  al fratello Kevin (Michael Legge) e al suo compagno Kevin, i due Kevin, (Andrew Bennet)  e all’amico Simon (Brian Gleeson), si prepara per passare un weekend nella natura con gli amici di sempre prima del suo matrimonio. A sovvertire la quiete agognata, l’arrivo dell’imprevedibile e folle fratello della sposa, chiamato The Machine (Peter McDonald) che, sebbene il gruppo farà di tutto per tenerlo fuori e lasciarlo a casa, riuscirà a coinvolgerli in situazioni esilaranti e avventure di ogni genere, liberando in loro anche le ombre più nascoste. Il film è molto divertente, anche se pieno di luoghi comuni, il figlio omosessuale non accettato, i segreti dell’amicizia, l’amico fraterno innamorato della sposa che è diventato freddo e glaciale, il folle che folle non è, e via cosi, eppure riesce a metter fuori questi luoghi con intelligenza, con battute non scontate e divertendo il pubblico senza volgarità, una specie di Notte da leoni, in salsa irlandese. Il cast di attori è di alto livello, fra tutti Andrew Scott (Davin) in questi , e il poliedrico Peter McDonald che oltre ad interpretare The Machine, ha anche scritto e prodotto il film e segna il debutto di John Butler alla regia di un lungometraggio. Probabilmente il fatto che il regista, l’autore e produttore vengano soprattutto dall’ambiente pubblicitario ha in qualche modo penalizzato lo stile del film non solo in una narrazione che in alcuni punti è troppo tirata verso lo sketch ma anche nella fotografia e di una natura  meravigliosa che in alcune occasioni acquista dei toni finti, degli effetti visivi che rendono il tutto decisamente poco reale.

TRAILER

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]