Mercoledì, 20 Aprile 2011 13:53

Teatro Tor Bella Monaca. Ondadurto: un Orlando furioso rampante. La recensione

Scritto da

ROMA - Al teatro Tor Bella Monaca, una rivisitazione moderna, briosa e innovativa dell' Orlando furioso di Ludovico Ariosto. Nella suggestiva parte iniziale una voce narrante ha introdotto i diversi personaggi che sono apparsi sul palcoscenico come marionette umane legate su piattaforme mobili spostate da altri attori.

Una scena divertente ha poi descritto efficacemente il carattere cinico di Angelica che, anch' essa legata a mo' di marionetta, si dimenava rifiutando abilmente la corte dei suoi pretendenti-pupazzi. La storia si è  dipanata seguendo i tre nuclei narrativi principali: l'amore non corrisposto di Orlando per Angelica con la conseguente delusione che lo porterà alla follia, la determinazione e il coraggio della valorosa guerriera Bradamante che riuscirà dopo diverse peripezie a sposare il suo amato Ruggiero, la guerra fra cristiani e pagani che fa da sfondo alle vicende sentimentali.


La rappresentazione ha coniugato felicemente danza, musica, recitazione e video. Grazie alle immagini proiettate sugli schermi, una straordinaria Carla Tatò ha interagito con i personaggi presenti sul palco regalando momenti di grande suggestione. Efficace anche l'uso delle macchine in movimento fra cui il grande ippogrifo metallico che è stato protagonista inanimato del memorabile combattimento fra Bradamante e il mago Atlante.  Le emozioni e le passioni sono parte integrante dell'opera: la disperazione di Olimpia, l'ira di Orlando, il coraggio di Bradamante, la fragile vanità della maga Alcina. Sono sentimenti eterni, complessi, propri dell'essere umano e della sua natura. Richiederebbero forse un tempo infinito per essere descritti e approfonditi e un tempo dilatato per poter essere vissuti ed apprezzati appieno dallo spettatore. La rappresentazione invece è veloce, scattante. Come richiede la società moderna. In poco più di un'ora, con passaggi narrativi rapidi, si condensano le vicende di tutti i protagonisti. Talvolta verrebbe voglia di dire: "aspettate, rallentiamo, vogliamo che questo spettacolo duri ancora a lungo".



Riferimenti utili

http://www.teatrotorbellamonaca.it/
http://www.ondadurtoteatro.it/

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]s.it