Sabato, 13 Dicembre 2014 16:18

Teatro Sala Uno. Plouf: l’ esilarante tragicità dei giochi amorosi. Recensione

Scritto da

ROMA - A Roma, presso il teatro “Salauno” (piazza porta san Giovanni, 10), andrà in scena fino al 21 dicembre una commedia degna della massima attenzione. 

Casper è un uomo gentile, misurato, profondamente insicuro. La solitudine e l’insoddisfazione lo stanno portando a compiere un gesto estremo. L’ opera si apre con le sue patetiche prove di suicidio. Innamorarsi di una donna e riuscire finalmente a sedurla e conquistarla sembra essere la medicina giusta per curare una esistenza sofferente. Purtroppo la donna prescelta non ricambia l’interesse, dato che è attratta unicamente da un pupazzo muto che rappresenta il prototipo del maschio “alfa”. Casper, per fare breccia nel cuore di lei, capisce che deve mettere da parte i suoi modi pacati e fare qualcosa di particolarmente elettrizzante e rischioso. Decide dunque di… uccidere un uomo. La condivisione di un atto meschino ed eccitante può forse creare un sentimento di complicità e fungere da collante per la neonata coppia…    

La commedia, scritta e diretta da Mitridate Minovi, è coinvolgente e sorprendente. Si fa comprendere e induce a riflettere senza scivolare nella banalità dell’ ovvio, fa ridere senza scadere in una comicità barbarica.  Affronta con acume e fantasia la nascita e lo sviluppo di una relazione nevrotica. La solitudine del protagonista si trasforma in una  disperata ricerca. Tuttavia l’oggetto del desiderio, una volta posseduto, non appare così bello come quando luccicava a distanza. Il desiderio arde grazie all’ assenza dell’altro, si spegne con la presenza costante. In quest’ epoca, nella quale l’anima di ciascuno è ermeticamente chiusa in una prigione invisibile, comunicare è una impresa. I dialoghi sono monologhi. Nessuno si esprime, nessuno capisce. Gli equivoci, le incomprensione, sono drammaticamente esilaranti.  Non è difficile per lo spettatore lasciarsi catturare dalla vicenda e avere una forte risonanza emotiva con le dinamiche abilmente sviscerate sul palco. Il merito è di una forma intrigante, mai scontata, che valorizza al meglio i contenuti. Mentre si assiste allo spettacolo si ha la piacevole sensazione che la creatività sia di casa. Non ci sono limiti alla libertà d’ inventiva: una donna può avere un orgasmo con un uomo-pupazzo, si può uccidere un innocente. C’ è spazio per rituali ossessivi e momenti surreali (di tanto in tanto viene in mente David Lynch). “Plouf” è un gioco magico, leggero e profondo allo stesso tempo. Mescola con efficacia sapori classici e moderni: Chiara Marchetti, con l’arpa, può riprodurre senza imbarazzo la suoneria di un telefonino. Il tutto funziona perché c’è un pensiero, ci sono idee. “L’unica libertà è l’intelligenza” affermava Lucio Fontana.

AUTORE E REGISTA: Mitridate Minovi

AIUTO REGIA: Alessandra Bianchi

ATTORI: Leonardo Maddalena, Beatrice Fedi

MUSICHE: Chiara Marchetti

DATE E ORARI: Lo spettacolo va in scena a Roma al Teatro Sala Uno (piazza porta san Giovanni, 10) fino al 21 dicembre. Lo spettacolo va in scena alle ore 21.00. ad esclusione della domenica (ore 18:00).

PREZZO: 15 euro intero/13 euro ridotto

INFO E PRENOTAZIONI: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TELEFONO: 06 70475672

SITO INTERNET: http://teatrosalauno.altervista.org/index.html

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]