Mercoledì, 08 Aprile 2015 11:30

Humandroid. Il Pinocchio robot di Blomkamp. Recensione. Trailer

Scritto da

ROMA - Chappie è un bambino prodigio: viene influenzato da tutto quello che lo circonda, assorbe tutte le informazioni, sia quelle negative che quelle positive, impara in un attimo a fare qualsiasi cosa, a leggere, a dipingere e anche a sparare.

Chappie è diverso da qualunque altro bambino: infatti è un robot, anzi, il primo e unico androide in grado di pensare e avere sentimenti. Il nuovo film di Neill Blomkamp Humandroid immagina un mondo in cui un esercito di poliziotti robot lavora al fianco della polizia per mantenere l’ordine in un Sud Africa sotto l’assedio della criminalità. L’invenzione rivoluzionaria è opera di un giovane ingegnere, interpretato da Dev Patel (The Millionaire, Marigold Hotel), che sta lavorando alla creazione di un’intelligenza artificiale così sofisticata da funzionare come un cervello umano. 

Il risultato è Chappie, che proprio come un neonato deve imparare a poco a poco a orientarsi nel mondo che lo circonda. Un’impresa che diventa pericolosa se di mezzo ci sono un gruppo di gangster sgangherati e un malvagio ingegnere (Hugh Jackman) deciso a fare di tutto per distruggere il nuovo robot.

Il regista sudafricano, reso celebre da District 9 e Elysium, unisce archetipi dei film di fantascienza anni ’80, un po’ RoboCop un po’ Terminator, ma aggiunge un messaggio positivo, un simbolico insegnamento morale che fa quasi assomigliare la storia di Chappie alla favola di Pinocchio. Il protagonista scelto da Blomkamp è per la terza volta l’attore sudafricano Sharlto Copley, che recita indossando indumenti con sofisticati sensori di tracciamento per dare vita ai movimenti di Chappie, poi riprodotti digitalmente da animatori e effetti speciali.
L’idea alla base del film non è delle più originali, ma la combinazione di Neill Blomkamp alla regia, Terri Tatchell alla sceneggiatura insieme alle musiche di Hans Zimmer sembravano promettere bene. Invece la pellicola alterna momenti divertenti ad altri inutilmente didascalici, finendo per essere coinvolgente solo a tratti. Da ricordare, però, il duo rap sudafricano Die Antwoord, formato da Ninja e Yo-Landi Vi$$er, nel ruolo dei genitori adottivi del robot ragazzino, che aggiungono al film una traccia di ironia e di sentimento.

DATA USCITA: 09 aprile 2015

GENERE: Commedia, Fantascienza

ANNO: 2015

REGIA: Neill Blomkamp

SCENEGGIATURA: Neill Blomkamp, Terri Tatchell

ATTORI: Dev Patel, Sigourney Weaver, Hugh Jackman, Sharlto Copley, Jose Pablo Cantillo, Anderson Cooper, Jason Cope, Kevin Otto, Chris Shields, Robert Hobbs

FOTOGRAFIA: Trent Opaloch

MONTAGGIO: Julian Clarke, Mark Goldblatt

MUSICHE: Hans Zimmer

PRODUZIONE: Alpha Core, Media Rights Capital, Simon Kinberg Productions, Sony Pictures Entertainment

DISTRIBUZIONE: Warner Bros.

PAESE: USA

DURATA: 120 Min

Humandroid - Trailer

https://www.youtube.com/watch?v=Ly02_jcS8xY

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La riscossa dell'avvenire

Alle donne Che sono le fondamenta della società

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Rosa del deserto

Il muezzin cantilenando va le sue preghiere.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]