Sabato, 26 Settembre 2015 10:49

“A Napoli non piove mai”. Il gioco delle sindromi. Recensione. Trailer

Scritto da

NAPOLI - Sonia è un’ artista, figlia di un imprenditore che vorrebbe seguisse  la strada che lui ha tracciato, ma lei non ci sta. Sa che la sua vita non potrebbe essere più dura. Sonia ha un lavoro che c’è e non c’è, quello della restauratrice, e per di più soffre della sindrome di Stendhal, che la porta a svenire di fronte a troppa bellezza.

Decisa a cambiare la sua vita, la ragazza va a Napoli e, dopo un primo approccio, non proprio idilliaco,  con la città e i suoi abitanti, la ragazza incontrerà Barnaba, che le mostrerà la bellezza, storica ed umana della Napoli che solo i napoletani conoscono.

Anche l’ uomo è affetto da una sindrome, quella di Peter Pan. Ottimista fino al midollo, Barnaba insegna la speranza e la fiducia a Sonia, aiutandola a capire che chi ha un sogno deve inseguirlo, anche per rispetto verso coloro che non sanno più sognare, tal quale il padre di Barnaba, chiuso in un mondo piccolo borghese fatto di doveri e mera realtà. Anche Barnaba è un artista e questo lo porta, spesso e volentieri, ad essere in conflitto con il padre, tanto da andarsene di casa a 38 anni. Non avendo né arte né parte, Barnaba si ritroverà ad abitare con un vecchio amico di scuola, Jacopo, affetto dalla sindrome dell’ abbandono e sempre pronto a tentare il suicidio. I tre affronteranno le loro paure, sorreggendosi e affiancandosi, come solo i veri amici sanno fare.

Sergio Assisi, regista e protagonista, ci regala una commedia pulita, senza volgarità, basata sull’arguzia cristallina e sulla mimica facciale degli attori, i cui gesti accompagnano le battute, rendendole ancora più complete. Finalmente ci viene mostrata una Napoli bella, solare, piena di vita, e non solo teatro di morte e di spargimenti di sangue tra clan. Viviamo la Napoli dei vicoli, dei bambini che giocano di fronte la Chiesa, la Napoli della smorfia e della cultura classica: La Napoli amata in tutto il mondo. Le musiche originali, ad opera di Louis Siciliano Aluei, impressionano per la bellezza e il loro modo proprio di raccontare, sapendo descrivere i momenti non detti del film.

Nelle sale dal 1 Ottobre 2015.

Durata: 90’

CAST ARTISTICO:

Barnaba: Sergio Assisi

Jacopo: Ernesto Lama

Sonia: Valentina Corti

Donna Concetta: Nunzia Schiano

Padre Gennaro: Giuseppe Cantore

Padre di Barnaba: Sergio Solli

Madre di Barnaba: Antonella Morea

Armando: Lucio Caizzi

CAST TECNICO: 

Regia: Sergio Assisi

Aiuto regia: Pino L’ Abbate

Musiche Originali: Louis Siciliano Aluei

Produzione: Quisquilie Production SRL

Produttore esecutivo: Lucilla de Rosa

Distribuzione: MEDITERRANEA PRODUCTIONS/CINEONE DISTRIBUTION

A Napoli non piove mai - Trailer

 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Dio è donna

Divinità era donna! Un tuffo nel mito della Grande Madre tra l’immaginario e il reale. L’universo femminile un viaggio alla scoperta dell’altra metà di Dio. C’è stato un mondo diverso dove si venerava la Dea. Ritroviamo la scintilla della divinità...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]