Mercoledì, 15 Giugno 2011 19:56

“Michel Petrucciani, body and soul”: il “mostro” che faceva innamorare. La recensione, il trailer

Scritto da

ROMA - Michael Redford si cimenta in un documentario emozionante che ci fa conoscere Michel Petrucciani, un artista del quale da noi si sa poco. Sapere che il film è un documento non deve trarre in inganno, non si tratta di un’ esposizione senza colore di vicende e date, ma della  storia avvincente di un individuo che, attraverso una forza d’animo e una volontà incrollabile, ha raggiunto un successo al di fuori di ogni aspettativa. Michael Redford  ha definito Michel Petrucciani un essere umano “esagerato” per l’insieme di eccessi, disgrazie e fortune straordinarie, che hanno caratterizzato la sua esistenza.


Era nato nel 1962, a Orange, in Francia, segnato da una malattia genetica, l’osteogenesi imperfetta, era storpio, mostruoso, la sua altezza non raggiungeva il metro. Ma Petrucciani riuscì, grazie al suo incredibile talento per la musica, al suo incredibile desiderio di vivere, a diventare un jazzista di rango internazionale. Nel corso dell’esistenza Petrucciani ha venduto oltre un milione e mezzo di LP suonando nelle maggiori città del mondo.
La sua malattia genetica lo esponeva alla rottura delle ossa e gli dava dolori tremendi. Al tempo stesso la natura gli aveva regalato due perle: uno straordinario genio musicale e una fortissima personalità capace di far innamorare le donne a dispetto del suo handicapp. Donne che lui anelava a conoscere, ad amare e tradire, come ogni maschio latino. Dopo una fruttuosa esperienza americana, conscio di non poter raggiungere il traguardo dei quarant’anni, stanco degli eccessi newyorkesi, tornato nella Francia natia, ha incontrato l’amore, si è sposato e ha messo al mondo un figlio. Commoventi le scene nelle quali la moglie lo portava  con se tenendolo in braccio come un bambino.


Dice Michael Redford: “In un certo qual modo la lezione che ha dato a tutti quanti è stata quella di vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo della propria vita. Lui viveva tutto intensamente, dal momento che sapeva di non avere molto da vivere. E lo faceva con coraggio, senza lamentarsi mai di niente. Era un personaggio incredibile”. La forza della testimonianza di Redford sta infatti nella liricità cruda, nell’autenticità non agiografica della biografia, nella capacità di trasmettere che “nulla può impedire ad una persona di vivere pienamente” quando l’amore per l’esistenza è il motore che lo spinge.


Scheda film
Titolo originale:
Michel Petrucciani
Nazione:
Italia, Francia, Germania
Anno:
2011
Genere:
Documentario, Musicale
Durata:
90'
Regia:
Michael Radford
Sito ufficiale:


Cast:

Produzione:
Partner Media Investment
Distribuzione:
PMI Distribuzione
Data di uscita:
Cannes 2011
22 Giugno 2011 (cinema)

 

Trailer

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Dio è donna

Divinità era donna! Un tuffo nel mito della Grande Madre tra l’immaginario e il reale. L’universo femminile un viaggio alla scoperta dell’altra metà di Dio. C’è stato un mondo diverso dove si venerava la Dea. Ritroviamo la scintilla della divinità...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]