Venerdì, 01 Aprile 2016 18:25

Un’estate in Provenza. Commedia familiare in cornice radiosa. Recensione

Scritto da

ROMA - Nella bellissima campagna provenzale, non lontano da Avignone, dove degradano  morbidi gli ulivi e le strade tortuose cingono colline, i tre fratelli Lea, Adrien e il piccolo Leo, sordomuto dalla nascita, i cui genitori sono in fase di separazione, vanno a trovare il nonno Paul (Jean Reno) e la nonna Irene (Anna Galliena). I ragazzini non hanno mai conosciuto il nonno, burbero e rigido coltivatore di ulivi, a causa di una vecchia ruggine tra lui e la loro mamma. 

L’approccio tra parenti non è facile, gli screzi prorompono, fin quando toccato dall’affetto che gli dimostra il più piccolo, dalla fragilità del suo handicap, miracolosamente Paul s’intenerisce. Il passato dei nonni, che appartengono alla generazione degli anni ’70, torna festoso con le musiche del tempo, le loro esperienze trasgressive, la loro energia. La differenza tra vita cittadina e campagna si annulla, così come la distanza fra generazioni. Iniziata come un periodo di forzata convivenza, la vacanza si trasforma pian piano in una  scoperta, crescita, superamento delle vecchie incomprensioni.

Nella cornice della bellissima Francia del sud-est, rigoglio di vegetazione e frutti della natura – il protagonista vince il premio per l’olio migliore –  quella Camargue selvaggia, quella Provenza ricca di cultura da essere citata da Dante,  Rose Bosh dirige un film edificante sull’importanza degli affetti. Il primo ad avere la possibilità di essere visto anche dai sordi perché uscirà  in versione sottotitolata.

  • DATA USCITA: 13 aprile 2016
  • GENEREDrammatico
  • ANNO2016
  • REGIARose Bosch
  • ATTORIJean RenoAnna GalienaAure AtikaJean-Michel NoireyCharlotte de Turckheim
  • SCENEGGIATURARose Bosch
  • FOTOGRAFIAStéphane Le Parc
  • MONTAGGIOSamuel Danési
  • PRODUZIONE: Légende Films, Gaumont, France 2 Cinéma
  • DISTRIBUZIONE: Nomad Film Distribution
  • PAESE: Francia
  • DURATA: 105 Min

Un’estate in Provenza - Trailer

 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]