Martedì, 31 Maggio 2016 14:48

Giglia Marra. Dal teatro alla televisione. Il sogno del grande schermo

Scritto da

ROMA - Giglia Marra sarà di nuovo in tv accanto a Sabrina Ferilli, diretta da Stefano Reali, con la fiction “Rimbocchiamoci le maniche” che andrà in onda il prossimo autunno sulle reti Mediaset con un ruolo molto drammatico. Lo scorso anno, l’abbiamo vista sul grande schermo accanto a Enrico Lo Verso, Maria Grazia Cucinotta nel film “Nomi e cognomi” con la regia di Sebastiano Rizzo.


La giovane attrice pugliese di strada ne ha fatta dopo essersi diplomata all’Accademia Beatrice Bracco, infatti, comincia a muovere i primi passi in teatro portando in scena, nel 2006,  lo spettacolo“I giorni dell’abbandono”. L’anno successivo,  frequenterà un centro di ragazzi sordi per poter interpretare il ruolo di una ragazza non udente in “Figli di un Dio minore” (2007) e, nel 2008, sarà in scena con “La dama delle camelie”, diretta ancora una volta dalla stessa Bracco.giglia_marra_4.jpg

Dopo una lunga gavetta, La Marra, approda, cosi in tv nella soap “Vivere” (2008) e in “Distretto di polizia 8” (2010) diretta da Alessandro Capone che la nota e, lo stesso anno, le affiderà un ruolo nella serie televisiva “Delitti del cuoco”. I suoi tipici tratti mediterranei e il forte temperamento sono le sue caratteristiche che la contraddistinguono e che la porteranno ad interpretare ruoli abbastanza impegnativi per fiction di grande successo. Nel 2010, infatti, sarà in “Ris” diretta da Fabio Tagliavia e, nel 2011, in “Squadra antimafia 3” di Beniamino Catena, dove ha dovuto imparare il dialetto palermitano per poter interpretare in quattro puntate il ruolo di Imma Geraci, figlia di Don Ruggero Geraci "U Puparu", interpretato dal grande Gigio Morra.

Nel 2009, Giglia Marra ottiene il suo primo ruolo sul grande schermo, nel film “Teleaut. Ultima trasmissione” con la regia di Niccolò Andenna ed inseguito otterrà i premi come miglior attrice protagonista al “48 Hours Film Project(diventato un appuntamento abbastanza importante per i nuovi cineasti)attrice protagonista al “Tenebria Film Festival” e, nel 2013, il premio di miglior attrice non protagonista sezione teatro “Memorie future”.

Laureatasi in Arti e Scienze dello Spettacolo,  l’artista sostiene il cinema italiano, girando, nel 2014, lo spot “La fuga” sulla pirateria nei cinema diretta da Andra Costantino e si diverte a pubblicare dei self-tape sul suo canale youtube, interpretando diversi ruoli tratti da film di successo. Inoltre, il suo prossimo obiettivo è quello di poter lavorare con giovani registi pugliesi.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Notte taciturna

Ricordo quella luna incantata e il dolce languore di una confidenza bisbigliata nel confessionale del cuore.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]